Cari lettori, eccoci tornati alla rubrica #intervistailblogger!
Uno spazio in cui incontriamo i blogger come noi, che gestiscono un bookblog, che amano i libri, la Storia e raccontarci questa loro passione.
Oggi abbiamo incontrato Deborah Fantinato del blog “Il SegnaLibro di Deborah”

Mi chiamo Deborah, ho 34 anni, un marito, due bambini e una laurea in Giurisprudenza nel cassetto da qualche anno. Alimento la passione per la lettura fin da bambina, quando lessi il mio primo libro storico dal titolo Duelli, castelli e gemelli di Carlo A. Martigli. Da quel momento, è esplosa in me una passione per la Storia che non si può spiegare a parole; infatti, oggi sono una lettrice accanita di romanzi storici, saggi e biografie che raccontano il passato. Dall’antichità al Rinascimento, dal Medioevo all’Illuminismo, mi piace ripercorre fatti ed eventi e conoscere i grandi personaggi che li hanno popolati attraverso le pagine dei libri, che racconto nel mio piccolo blog Il SegnaLibro di Deborah. Dopo aver letto un romanzo, mi piace (quando mi è possibile), visitare i luoghi nel quale è ambientato, per amplificare le emozioni, creando un’esperienza a 360 gradi.

Per i romanzi storici, prediligo gli autori italiani perché credo che, in questo genere, siano i migliori. In particolare non mi perdo un romanzo di Matteo Strukul, Andrea Zanetti, Carla Maria Russo, Adriana Assini, Andrea Frediani, solo per citarne alcuni.

Leggo in qualsiasi luogo e momento; vivo costantemente con un libro nella borsa e cammino sempre con un libro in mano, perché credo che per leggere non è necessario avere molto tempo da dedicarvi, ma serve una passione infinita.

Come è nato il tuo blog “Il segnalibro di Deborah”?
Il blog è nato dall’unione di due passioni: quella per la lettura e quella per la scrittura. Circa due anni fa, ho sentito l’esigenza di raccontare le mie impressioni sui libri che leggevo, così ho deciso di aprire un angolo virtuale nel quale raccogliere tutte le mie recensioni.

Il sottotitolo del blog recita testualmente: “Un libro è un amico, un compagno di viaggio e di avventura, un forziere di emozioni; dona la possibilità di vivere la realtà che preferiamo, di conoscere e viaggiare nel tempo e nello spazio.” Cosa sono per te i libri e cosa ti dona la lettura?

Per me, la lettura è un’insieme di emozioni ed esperienze che non ha mai fine. Dopo aver chiuso un libro, ce n’è sempre un altro pronto ad accogliermi con una nuova avventura. Ognuno cela in sé emozioni e sensazioni  differenti e lascia dentro di me un piccolo seme di conoscenza. In particolare, leggendo quasi esclusivamente romanzi storici, attraverso i libri ho la possibilità di vivere epoche passate che mi affascinano molto, posso conoscere personaggi grandiosi del passato. La lettura è, quindi, per me come una macchina del tempo che mi permette di oltrepassare i confini del tempo e dello spazio.

Come selezioni i libri che saranno recensiti sul tuo blog? Accetti tutto ciò che ti viene proposto o opponi anche dei rifiuti?

I libri che vengono recensiti sul mio blog sono, in parte, frutto di mie scelte personali e, in parte, derivano da collaborazioni con case editrici e autori. Tuttavia, non accetto tutto ciò che mi viene proposto, ma soltanto i titoli che rientrano nel mio genere di preferenza o che mi colpiscono particolarmente.

Hai un genere che preferisci recensire? Il tuo blog è aperto a tutti i generi?

Quando ho iniziato la mia avventura di blogger non avevo un indirizzo di genere preciso, pertanto mi dilettavo con generi diversi. Successivamente, però, ho deciso di assecondare un’altra grande passione, la Storia, e di dedicarmi ai romanzi e ai saggi che la raccontano, dando al blog un’impostazione storico-artistica. Ogni tanto, però, mi concedo anche qualche thriller, in particolare quando riaffiora il mio interesse per la criminologia, e qualche libro di avventura.

Summary Concept

Come scrivi le tue recensioni? Hai una scaletta prestabilita e segui uno schema specifico o preferisci andare a braccio nella stesura?

Le mie recensioni sono scritte sulla base degli appunti che stilo durante la lettura, sulle spinta delle sensazioni che mi provoca il romanzo. Una volta terminata, riordino gli appunti e redigo la recensione basandomi anche sulla visione d’insieme del libro una volta chiuso. Tuttavia, con il tempo, mi sono resa conto che, in ogni romanzo, oltre alla componente emotiva, analizzo sempre gli stessi aspetti che ritengo importanti in un romanzo storico, quindi ho elaborato un piccolo schema che mi permette di scrivere recensioni più complete. In ogni caso, cerco di trasmettere ai fruitori delle recensioni tutte le emozioni che il libro mi ha suscitato.

Sei l’unica a scrivere recensioni sul tuo blog o hai altri membri nel tuo staff?

Sono l’unica artefice del mio piccolo blog perché lo considero una parte di me, uno spazio in cui dar voce alla mia grande passione per la lettura e per la Storia.

Cosa pensi del mondo editoriale di oggi?

Credo che il mondo dell’editoria oggi sia molto vario, dinamico e disponibile. Nella veste di blogger, ho l’opportunità di confrontarmi con diverse case editrici e autori, aperti a collaborare anche con piccoli blog come il mio, che mi hanno introdotto in un mondo che apprezzo e stimo molto. Ho, infatti, anche la possibilità di intervistare gli scrittori che ammiro maggiormente e di conoscere l’editoria anche dall’interno.

Oltre ad essere blogger sei anche scrittrice? Ti sei mai cimentata nella sacra arte dello scrivere?

Sì, ho scritto un romanzo che verrà pubblicato nel 2021 e ora ne sto scrivendo un altro. Nonostante il mio amore per il romanzo storico, non mi ritengo in grado di provare con quel genere, così ho scelto di scrivere storie romantiche ambientate nel presente, ma che si sviluppano in parallelo con storie avvenute nel passato. L’obiettivo di questa scelta è di introdurre ad alcuni avvenimenti e personaggi storici quei lettori che non sono avvezzi al romanzo storico. Mi piacerebbe che questo tipo di lettori possa, attraverso i miei libri, sviluppare una curiosità nei confronti della Storia, quindi trasmettere, in qualche modo, la mia passione.

Ringraziamo Deborah per essere stata con noi, per averci portato nel suo mondo e ci auguriamo di poter collaborare presto con lei e il suo blog che, vi raccomandiamo di seguire al link “Il Segna Libro di Deborah”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *