recensioni Saggistica

Come Roma insegna – Valerio Massimo e Fabio Manfredi

Il saggio si legge rapidamente e non è impegnativo per chi non ha dimestichezza con la storia romana, perché lo stile è colloquiale e le informazioni fornite sono circostanziate ed estrapolate dal contesto storico per poter permettere agli autori di arrivare a creare quello che per loro è punto focale della dissertazione: il confronto con la storia contemporanea.

recensioni Saggistica

Il suono perduto della Siberia – Sophy Roberts

Ho sempre pensato alla Siberia come una steppa desolata, valli incontaminate e desertiche, con un freddo proibitivo che scava nelle ossa e penetra direttamente nell’anima, dove il bianco la fa da padrone tra neve e ghiaccio, e gli unici insediamenti umani sono quelli degli studiosi che si avventurano per mesi e mesi in lande proibitive.
Niente di più lontano dal vero probabilmente.

recensioni Saggistica

Giovanni dalle Bande Nere – Carlo Maria Lomartire

In un contesto complicato, dalle alleanze ballerine e fragili, dove le guerre si susseguono, i capitani di ventura con le loro compagnie di soldati giocavano un ruolo fondamentale. Arruolati al soldo, offrivano i servizi del proprio contingente al migliore offerente, pronti a cambiare fronte senza troppe remore in modo repentino, spostando gli equilibri di una guerra.

Narrativa recensioni Saggistica

Claretta l’hitleriana. Storia della donna che non morì per amore di Mussolini – Mirella Serri

Un racconto davvero nuovo perché ci presenta un personaggio in una prospettiva diversa, esclusiva, una piccola ma importante svolta nel racconto del fascismo dal punto di vista storiografico, quel fascismo offeso attraverso la figura di una donna che fu giustiziata pur non avendo nessuna colpa.