Narrativa recensioni Saggistica

Le indomabili  – Daniela Musini

Recensione a cura di Maria Marques

Ci sono donne che si sono contraddistinte per indubbie capacità, fermezza di carattere o per la semplice caparbietà di inseguire una idea, un sogno e riuscire a trasformarla in realtà. Seguendo un filo conduttore che lega tra loro personaggi femminili diversissimi per estrazione sociale e educazione, questo libro regala trentatré ritratti rappresentativi di donne che non si sono mai lasciate abbattere dai limiti imposti loro dal sesso, dalla famiglia e dalla società.

Nella vita non bisogna mai rassegnarsi, arrendersi alla mediocrità, bensì uscire da quella zona grigia in cui tutto è abitudine e rassegnazione passiva. Bisogna coltivare il coraggio di ribellarsi

Le protagoniste di questi ritratti, inconsciamente hanno fatto propria questa frase pronunciata da Rita Levi Montalcini, anch’ella presente in questa galleria, con gli opportuni adattamenti a mutuandola attraverso la lente del periodo storico in cui vissero.

Queste “biografie mignon” infatti, coprono un arco temporale amplissimo dal I secolo d.C. per arrivare ai nostri giorni. Storia e vicende personali s’intrecciano in modo diverso, cambiando ad ogni capitolo luoghi e secoli, senza mai annoiare il lettore. Ritratti attraverso i quali si può percepire il lento evolversi della posizione della donna nella società.

Agrippina

La prima a raccontare la sua vicenda è Agrippina divorata da una smisurata ambizione cui l’autrice fa pronunciare una frase che, sebbene di fantasia, ne racchiude il carattere volitivo, l’orgoglio e la refrattarietà ai sentimenti: “Solo così ottengo ciò che voglio. Mai dare diritto di parola al proprio cuore, se vuoi raggiungere obiettivi ambiziosi. E io punto in alto…molto in alto.” Poi la vicenda di Ipazia, e della sua sete di sapere; Marozia, amante e madre di papi, abilissima nel tutelare i propri interessi, poi ancora Trotula de Ruggiero, “la più insigne delle mulieres salernitanae”, Giovanna d’Arco, Caterina Sforza “premurosa con i figli, appassionata con gli amanti, spietata con i nemici”.

Caterina Sforza

Personaggi celebri che si alternano ad altri meno, come donna Olimpia Maidalchini Pamphili ,”una delle donne più potenti, piu’ servilmente omaggiate e più profondamente odiate della Roma barocca”. E’ un mosaico variegato quello che si presenta al lettore: donne alla ricerca di potere e prestigio personale, altre dedite agli studi, altre capaci di abbracciare una idea, un ideale fino in fondo sacrificando la propria vita ad esso, come Eleonora Pimentel de Fonseca.

Donne accanto a uomini famosi che quasi le oscurarono, ma anche donne capaci di intuizioni geniali in campo scientifico come Marie Curie, Rita Levi Montalcini e altre invece capaci di seguire il proprio genio artistico, come Coco Chanel, Frida Khalo, Elsa Schiapparelli.

Amelia Earhart

I secoli, pagina dopo pagina, scivolano uno dopo l’altro mentre i personaggi femminili si alternano in un palcoscenico immaginario a raccontare la loro vicenda.

Ogni capitolo è dedicato quindi a una donna, ma diventa al contempo anche un modo per tracciare il quadro del periodo storico in cui si muove la protagonista, il tutto con uno stile raffinato ma di facile lettura, chiaro e incisivo, in cui si apprezza la capacità di sintesi della autrice.

Daniela Musini presenta le sue “Indomabili” senza giudizi o commenti: solo i fatti, gli aneddoti, dipingendo ritratti a tutto tondo. Nulla è nascosto. Le sue Indomabili si presentano al lettore con pregi e difetti senza esaltare i primi né celare i secondi, quasi un monito che per ogni medaglia vi siano sempre due facce. Dopo “ Le magnifiche” (di cui potete leggere la recensione sul blog), Daniela Musini con la sua penna delinea e omaggia donne di carattere, che hanno osato, vissuto nella propria pelle fino in fondo, gioie e sconfitte, stupendo e spesse scandalizzando i loro contemporanei.

Editore: ‎Piemme (26 ottobre 2021)
Copertina rigida: ‎478 pagine
ISBN-10: ‎885668215X
ISBN-13: ‎978-8856682151
Link di acquisto cartaceo: Le indomabili
Link di acquisto ebook: Le indomabili

Trama

Da Agrippina a Sarah Bernhardt, da Trotula de Ruggiero a Jackie Kennedy, da Caterina la Grande a Rita Levi-Montalcini, da Isabella d’Este Gonzaga a Emmeline Pankhurst, da Elisabetta I Tudor ad Anna Magnani, “Le Indomabili” sono state donne rivoluzionarie, ribelli e audaci, che hanno infranto tabù, scardinato regole, sovvertito consuetudini. Indomite, impavide, inarrendevoli, hanno vissuto controvento e agito controcorrente, hanno lottato, e all’occorrenza disubbidito, per realizzare sogni, perseguire ideali, affermare la propria identità. Hanno affrontato sfide inimmaginabili per i loro tempi (come Marie Curie o Amelia Earhart) e combattuto a favore di ideali per i quali si sono immolate (basti pensare a Ipazia, Eleonora Pimentel o Giovanna d’Arco), hanno impresso un’impronta innovativa e indelebile nel proprio campo (che sarebbero la narrativa, l’arte, la danza, la moda, senza George Sand, Frida Kahlo, Isadora Duncan e Coco Chanel?), ma soprattutto ognuna di loro ha tracciato percorsi imbattuti e disegnato una nuova mappa di valori e di diritti, creando così le basi per una coscienza femminile più consapevole, più indipendente, più libera. A loro, che siano state artiste o suffragette, regine o rivoluzionarie, filosofe o visionarie, le donne di tutte le epoche e di tutte le latitudini devono molto e da loro hanno molto da imparare. Ma, soprattutto, hanno il dovere di non dimenticarle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.