Case Editrici Novità in libreria

TSD consiglia: le nuove uscite di luglio

Estate rovente anche in libreria, per un luglio tutto da leggere e per tutti i gusti e per gli amanti di ogni genere in chiave storica. Anche questo mese… non ci siamo fatti mancare nulla, e vi offriamo una vasta gamma tra cui scegliere. Leggete, segnate e… comprate sotto il segno di TSD!

Côte d’Azur. 1920-1960: gli anni d’oro della Riviera francese
Mary S. Lovell
Neri Pozza
In libreria il 1 luglio

Meta invernale prediletta, negli ultimi decenni del XIX secolo, delle famiglie reali e aristocratiche inglesi e russe, negli anni Venti del secolo scorso la Côte d’Azur divenne il luogo per eccellenza della villeggiatura estiva del Jet Set internazionale. Nel 1926 i ricchi newyorkesi Gerald e Sara Murphy, che ispirarono i personaggi di Dick e Nicole Diver in Tenera è la notte di Francis Scott Fitzgerald, la elessero a loro luogo di residenza attirando, nel giro di pochi anni, un gruppo eclettico di pittori, scrittori e altri artisti, tra i quali Pablo Picasso, Paul Robeson, Cole Porter, Dorothy Parker, Jean Cocteau, Scott e Zelda Fitzgerald. Attorno al circolo dei Murphy gravitavano altri personaggi, come l’americana Maxine Elliott: attrice, forse amante di un re d’Inghilterra e certamente abilissima investitrice. A lei va infatti il merito di aver concepito lo Château de l’Horizon, una deliziosa villa bianca in stile art déco sulla Riviera francese, che non tardò a diventare la residenza estiva delle più illustri personalità dell’epoca: Churchill vi trovò rifugio per riprendersi dalle delusioni del forzato esilio dalla politica britannica, e così fecero anche il duca e la duchessa di Windsor, anch’essi maltrattati dall’opinione pubblica. Disegnato da un giovane americano, Barry Dierks, che sarebbe diventato uno degli architetti più famosi sulla Riviera, per tre decenni lo Château de l’Horizon avrebbe rappresentato il santuario di uno stile di vita sensuale, lussuoso, eccentrico. Questo libro racconta la storia di questa celebre dimora modernista, ma parla anche del primo, ammaliante periodo in Riviera, quando l’accettazione da parte dei circoli più esclusivi esigeva una ricchezza che i comuni mortali neanche sognavano, l’appartenenza a famiglie nobili o le maniere giuste per intrattenere e divertire il prossimo.

Roma risorta
Peter Heather
Garzanti
In libreria il 1 luglio

Nessuno, dai tempi di Traiano, riuscì a conquistare così tanti territori come l’imperatore Giustiniano: cresciuto tra la caduta dell’impero romano d’Occidente e l’espansionismo islamico del VII secolo, il suo dominio si estese lungo tutto il Mediterraneo. Divenuto celebre per la riconquista dell’Italia, per le campagne militari in Nord Africa, per la costruzione di monumenti spettacolari come la basilica di Santa Sofia e per le chiese della Ravenna bizantina, il suo impero fu contrassegnato anche da momenti oscuri e drammatici: le lotte intestine per la conquista del potere, i conflitti religiosi, la devastante pandemia di peste che lo flagellò. Con talento narrativo, appassionato utilizzo delle fonti antiche e uso originale delle più recenti scoperte archeologiche, Peter Heather introduce i lettori a un capitolo ingiustamente trascurato del nostro passato, dimostra che Giustiniano fu più che un’anomalia tra l’era di Attila e quella di Maometto e offre nuove e fondamentali interpretazioni sulle politiche, le strategie e il pensiero di un gigante della storia il cui impero fu l’ultimo atto della romanità universale e l’alba di una nuova compagine storica, destinata a durare nei secoli.

L’ inverno del pesco in fiore
Marco Milani
La Corte Editore
In libreria il 1 luglio

Una saga famigliare che attraversa un secolo di storia d’Italia, dai primi del ‘900 fino ai giorni nostri.

1943
Stefano Catone
People
In libreria il 1 luglio

Che cosa ci fanno un agente speciale inglese, un prete e un alpinista di fama internazionale sulle pendici della stessa montagna? La riposta è semplice: la Resistenza. Sulle rive del lago di Lecco, ai piedi delle Grigne e del Resegone, tra il 1943 e il 1945 si incrociano le vite di tre persone tanto diverse quanto unite da un medesimo ideale: la libertà. Dick Mallaby, don Giovanni Barbareschi e Riccardo Cassin, più o meno casualmente, intersecano le loro strade all’ombra delle montagne dei milanesi. Rischiano grosso, tra missioni segrete a bordo di improvvisate imbarcazioni, arresti, interrogatori, false identità e militi fascisti sempre all’erta. Le loro storie ci insegnano quanto il corso della storia dipenda dalle scelte di ciascuno di noi.

Attacco all’impero. Invasion saga
Andrea Frediani
Newton Compton
in libreria il 1 luglio

169 d.C. Mai nella sua storia l’impero romano ha dovuto affrontare tante minacce contemporaneamente.  La peste imperversa nei suoi territori da quattro anni, e tutti i popoli barbarici lungo le frontiere hanno approfittato delle difficoltà in cui si dibattono i romani per lanciare una serie interminabile di invasioni, che raggiungono perfino la penisola italica. E una cricca di generali sta pianificando l’assassinio di uno degli imperatori, Marco Aurelio o Lucio Vero, senza farsi scrupoli di scatenare una guerra civile. Di ritorno dalla loro prigionia presso i Parti, tre ausiliari germani, Tito, Magnus e Bendix, insieme alle loro compagne armene, Taline, Lucine e Yeva, affrontano un viaggio pieno di pericoli per salvare i sovrani, percorrendo l’impero in tutta la sua estensione, lungo una frontiera devastata dai barbari, dalla peste e dalla carestia. Tra colonne di profughi disperati, persecuzioni di cristiani, razzie di invasori spietati e inseguimenti da parte di sicari dei cospiratori, i sei metteranno a rischio la vita in una frenetica corsa contro il tempo.

La baronessa di Carini
Luigi Natoli
Lunaria
In libreria il 1 luglio

Declinata in infinite versioni nella tradizione dei cantori popolari, la tragica vicenda della baronessa di Carini ha affascinato anche la fantasia di Luigi Natoli che, attingendo alla leggenda nata intorno ad un fosco episodio di cronaca della Sicilia del XVI secolo, ha elaborato una sua personalissima ed originale storia di amore e morte. Nella cornice di una natura siciliana a tratti solare e scintillante di primavera, a tratti cupa e notturna, si muovono i personaggi dell’ “amaro caso” della baronessa di Carini: la giovane e delicata Caterina, il suo amante Vincenzo Vernagallo, il padre della fanciulla, lo spietato e violento Barone La Grua e tutto un “coro” di comprimari, vittime e artefici del tremendo delitto. La rilettura di Natoli riesce ad aggiungere suggestione e magia ad un racconto che affonda le radici nella fantasia popolare siciliana. In appendice al volume i testi raccolti da Salvatore Salomone Marino alla fine dell’800 dalla tradizione orale, che cantano, continuamente reinventandolo, quel terribile “cunto” mai cancellato nella mitologia dell’Isola.

Le figlie della Cornovaglia
Fern Britton
Tre60
In libreria il 1 luglio

1918. Alla fine della guerra, Clara Carter sale su un treno diretto in Cornovaglia per incontrare la famiglia di Bertie, il suo grande amore, rimasto ucciso sui campi di battaglia. Accolta come una figlia, Clara potrà riprendersi dal lutto, ma dovrà custodire un segreto nel suo cuore per tutta la vita. 1947. Hannah, la figlia di Clara, ha sempre avuto la certezza che sua madre avesse un passato misterioso. Quando si innamora dell’uomo sbagliato, scopre, come sua madre prima di lei, che ne pagherà il prezzo. Rimasta incinta e sola, prende l’unica decisione possibile: farà di tutto per proteggere Caroline, la bambina che sta per nascere. 2020. Caroline è stata a lungo la custode dei segreti della sua famiglia. Ma ora che sua figlia Natalie ha bisogno di lei, sente che è giunto il momento di raccontarle tutto. Deve dimostrarle che proviene da una stirpe di donne che hanno affrontato le intemperie della vita, forti e orgogliose come le imponenti scogliere della Cornovaglia

I celti
Martin J. Dougherty
Dix
In libreria il 1 luglio

Popoli di barbari o genti civilizzate? Selvaggi ignoranti o guerrieri spaventosi? A lungo i Celti sono stati oggetto di un enorme interesse così come di congetture e fraintendimenti. Furono loro a dominare l’Europa centro-occidentale prima dei Vichinghi, degli Anglosassoni e dell’Impero romano. Ma chi erano veramente? E come è cambiata la nostra idea su di loro nel corso della storia? Suddiviso per temi, “I Celti” esamina tutti gli aspetti della loro cultura, dalla religione alla società, dai miti e le leggende alla guerra, fino all’espansione e al declino in Europa. Con 180 tra immagini a colori e in bianco e nero, e mappe e fotografie di reperti storici.

La falena e la montagna. Una storia di Everest, amore e guerra
Ed Caesar
Solferino
In libreria il 1 luglio

1934, Darjeeling, India. Un uomo lascia la sua camera d’albergo, furtivo. A prima vista, sembra un monaco tibetano un po’ eccentrico, con il suo cappello di pelo bhutanese, gli scarponi chiodati e un ombrello in mano, ma se qualcuno sollevasse i suoi occhiali scuri, vedrebbe un paio d’occhi verdi e una pelle chiarissima. Dove sta andando, Maurice Wilson, così conciato? Veterano della Prima guerra mondiale nell’esercito inglese, ha cercato – invano – di medicare le sue ferite con una vita nomade e sentimentalmente agitata. Finché non l’ha folgorato il sogno dell’estrema avventura: volare da Londra ai piedi dell’Everest con un biplano di nuova progettazione, Moth, la falena, e poi di lì raggiungere la cima più alta del pianeta, al tempo inconquistata. Poco importa che Wilson non abbia mai scalato una montagna, né mai pilotato un aereo. E nemmeno che la diplomazia internazionale guardi con puro terrore al suo progetto, e che il governo tibetano non gli abbia dato il permesso di atterrare, le autorità britanniche l’abbiano diffidato dal decollare, quelle nepalesi gli vietino di varcare il confine e in India gli sia stato sequestrato l’aeroplano. Wilson avrebbe piegato il suo corpo e la sua mente alle necessità dell’impresa. Avrebbe sconfitto o aggirato ogni ostacolo fisico, pratico e burocratico si fosse frapposto alla realizzazione del suo sogno. E avrebbe camminato, per quei 480 chilometri che lo dividevano dall’Everest, per poi salire in vetta. Da solo e per primo. Ed Caesar ricostruisce con passione, attraverso documenti di prima mano, una storia sepolta da quasi un secolo – ma che aveva ispirato anche Reinhold Messner nella sua prima ascesa in solitaria del 1980: l’ossessione dell’Everest, condivisa da generazioni di alpinisti, è l’anima di un personaggio intrepido, folle, magnetico, che, oltre ogni limite razionale, cerca più della vetta, la bellezza, la verità, se stesso.

Etruschi, breve introduzione storica
Enrico Benelli
Idea Libri
In libreria il 1 luglio

Il nome degli Etruschi, nella percezione comune, è sempre collegato all’idea di un “mistero”, nonostante il fatto che la civiltà etrusca sia di gran lunga la più conosciuta fra tutte quelle dell’Italia preromana. Questa percezione distorta, sfruttata in modo spregiudicato da tanta letteratura pseudo-scientifica e dagli stereotipi dei media, non ha alcun fondamento nella realtà dei fatti, ma si è formata per venire incontro a esigenze politiche e culturali dei secoli passati, che oggi non hanno più alcuna ragione di esistere. Questo libro vuole colmare un vuoto nell’editoria italiana, fornendo una presentazione rigorosamente scientifica e aggiornata delle nostre conoscenze sulla civiltà etrusca, in un numero di pagine contenuto, e in una forma facilmente accessibile al lettore non specialista. Per riuscire in questo intento, l’autore ha preferito abbandonare le abitudini della tradizione manualistica, e rinunciare alla descrizione più o meno minuziosa degli oggetti dell’arte e dell’artigianato, a profitto di una visione globale della civiltà etrusca nei suoi tratti fondamentali e nella sua evoluzione storica. Più che un vero e proprio manuale di etruscologia, il volume vuole essere una guida per chi si avvicina per la prima volta al mondo degli Etruschi; il suo scopo è quello di dare al lettore dei riferimenti di base che permettano di comprendere meglio il significato dei numerosi monumenti di questa antica civiltà.

L’uranio di Mussolini. Un’indagine serrata nella Sicilia dle Ventennio fascista
Franco Forte
Mondadori
In libreria il 6 luglio

Ragusa, 1934. Il commissario Vincenzo Ibla, investigatore all’apparenza indolente ma acuto osservatore, viene spedito sotto il sole di luglio alle cave di Spaccaforno: tra le rocce è stato rinvenuto un cadavere, ma è al confine di due giurisdizioni, e le rispettive questure sono già pronte a rimbalzarsi a vicenda la responsabilità delle indagini. Appena vede la salma, però, Ibla capisce che il caso è suo, perché la vittima è Vittorio Borgia, un suo vecchio compagno d’armi, ora miliziano fascista. Sembra un semplice omicidio passionale, ed è quindi con una certa sorpresa che il commissario apprende dell’imminente arrivo da Milano di un certo Franco Durante, un funzionario fascista che, pare, Mussolini in persona ha inviato a Ragusa per coadiuvarlo nella ricerca dell’assassino di Vittorio. Uomo del Nord tutto d’un pezzo, Durante segue con impazienza il lavoro di Ibla, che da parte sua ricambia con tutto il sospetto per un uomo di una cultura così lontana dalla Sicilia. Presto, però, i possibili moventi dietro l’omicidio di Vittorio raddoppiano e si ramificano verso mondi e intrighi sempre più oscuri e complessi, costringendo i due a proteggersi e sostenersi a vicenda, solo per scoprire che la combinazione delle loro peculiarità a prima vista incompatibili può rivelarsi la chiave per sciogliere l’enigma. Vittorio non è l’unico a nascondere una doppia vita, perché anche Durante ha i suoi segreti, e sono legati a filo doppio con il suo arrivo sull’isola: lo scienziato Enrico Fermi ha promesso a Mussolini un’arma straordinaria e terribile, ma per svilupparla ha bisogno di uranio, quello che il Duce ha in mente di estrarre in Ciad dopo averlo conquistato con la campagna d’Africa, per poi trasbordarlo in Italia. Ispirandosi a eventi attestati ma poco conosciuti, Franco Forte e Vincenzo Vizzini tessono un thriller mozzafiato nell’Italia del Ventennio, sullo sfondo dell’incontro-scontro tra il regime fascista, le più grandi potenze mondiali e il progetto di quella bomba atomica destinata a segnare le sorti del Secondo conflitto mondiale, le pagine di Storia e l’anima di tutti noi.

Gli anni del coltello
Valerio Evangelisti
Mondadori
In libreria il 6 luglio

Roma, 2 luglio 1849. Tra le strade della futura capitale d’Italia il vento spazza le ceneri della Repubblica romana, il rivoluzionario – e purtroppo brevissimo – esperimento civile di una società diversa e democratica. Ma insieme alle ceneri soffia forte anche l’odore del sangue dei tanti omicidi consumati in quella manciata di mesi, perché sotto la bandiera della libertà hanno combattuto eroi improvvisati ma anche molti banditi, che a Roma erano arrivati per il solo gusto della violenza gratuita. E ora che l’Italia è allo sbando, e chi la sogna pure, sono proprio gli idealisti a sentirsi più sperduti. È tra questi il popolano Giovanni Marioni, detto “Gabariol”, fanatico repubblicano ai limiti della psicosi. Quando Giuseppe Mazzini indica che la via da seguire è quella di una “guerra a coltello” contro i nemici dell’unità d’Italia, Gabariol prende il consiglio alla lettera, saluta i pochi amici e si mette in strada alla volta della Romagna, sua regione natale. Comincia così un’odissea terroristica tra le sette repubblicane, accomunate tutte dalla sollecitudine con cui decidono di eliminare al primo sentore i sospetti reazionari. Il sangue però scorre anche sul fronte opposto, perché gli austriaci e lo Stato della Chiesa rispondono presto con torture, fucilazioni, arresti ed esecuzioni sommarie.

I due Ma, padre e figlio
Lao She
Mondadori
In libreria il 6 luglio

Il signor Ma Zeren e suo figlio Ma Wei ereditano da un parente un negozio di antiquariato a Londra. Lasciata Pechino e la Cina che negli anni Venti del Novecento è un Paese debole e diviso, i due Ma devono imparare a districarsi tra la variopinta folla di una città che li attrae e li respinge allo stesso tempo, e soprattutto tra mille incomprensibili convenzioni sociali. A guidarli alla scoperta di abitudini e codici di comportamento nuovi sono il reverendo Evans, già missionario in Cina, e soprattutto le signore Wendell, madre e figlia, presso cui i Ma alloggiano e di cui fatalmente si innamorano. Commedia ironica ma dal fondo amaro, I due Ma, padre e figlio (1929) è un romanzo scritto da Lao She al termine del suo soggiorno nella capitale britannica: nonostante la giovane età, l’autore si rivela già lucido osservatore e narratore di una realtà sfaccettata dal punto di vista umano, sociale e politico, doti che si ritroveranno in quello che è considerato il suo capolavoro, Il ragazzo del risciò. Maturo è anche il suo stile, brillante, teatrale, ma capace di aprirsi a momenti di profondo lirismo: uno splendido esempio dell’uso di quella “lingua chiara”, vicina al parlato ma elegantissima, con cui Lao She ha rivoluzionato la letteratura cinese. Con un tono di partecipe tolleranza verso le umane debolezze, Lao She mette in scena un tema modernissimo e sempre attuale: le difficoltà dell’integrazione tra genti diverse. Ciò che rimane, alla fine, è il senso di alienazione e solitudine dell’uomo nella metropoli moderna e la difficoltà di una vera comunicazione, al di là dei pregiudizi, tra le culture differenti.

Cuori di Sicilia
Rosanna Catalano
Libreria Pienogiorno
In libreria il 7 luglio

Ci sono fuochi che ardono la vita con tanta passione che non si può guardarli senza strizzare gli occhi. Non puoi spegnerli come una candela: il vento li alimenta. Non puoi soffocarli né rinchiuderli: gli ostacoli li nutrono. Certi cuori esigono un palcoscenico più grande per recitare la propria parte. Non regala niente la Sicilia di inizio Novecento a chi niente ha. Nemmeno l’amore si può permettere Rosario, perché Rosa, la ragazza che ama, è destinata a un buon partito, non a lui. Ma Rosario ha un fuoco dentro che brucia, e un desiderio insaziabile di riscatto. Dalla sua ha la fame, la gioventù, un’incrollabile fiducia in se stesso. E la certezza che l’America sia là per lui da conquistare. Così accade. New York non è lastricata d’oro come facevano credere gli agenti delle compagnie di navigazione, ma dal momento in cui mette piede a Ellis Island nel 1908, Rosario non perde un giorno. Ben presto, con Rosa al suo fianco, e i figli che la loro passione porta, il suo sogno non avrà più limiti. Trasforma il suo passatempo, la musica, in un affare. Il suo quartetto di musica siciliana conquista prima Brooklyn, poi l’America. Arrivano i contratti con le case discografiche, i dischi, la fama. La ricchezza. La famiglia Catalano conquista il posto che merita. Rosario è un abile imprenditore, spregiudicato nel comprare a pochi dollari spartiti che ne rendono migliaia, e senza timore nel tenere testa alla Mano Nera, la mafia italoamericana delle estorsioni. Ma la Sicilia non si cancella facilmente dal cuore, ed è lì che Rosario e Rosa tornano quando tra minacce e amici che tradiscono, hanno bisogno delle loro radici. Ed è sempre da lì che Rosa, coraggiosa e fiera come sono le donne siciliane, prenderà in mano le sorti dei Catalano.

Le crociate
Franco Cardini
Solferino
In libreria l’8 luglio

“Guerre sante” contro gli “infedeli”, come la tradizione ha riportato per secoli, oggi le crociate sono viste dagli storici secondo letture su piani diversi: al di là del significato religioso-militare per la riconquista della “Gerusalemme terrestre”, hanno rappresentato un pellegrinaggio armato durato due secoli, una migrazione/colonizzazione di massa degli europei nel Vicino Oriente, da Costantinopoli alla Siria, un tentativo per sancire la supremazia del Papato su re e imperatori occidentali e per stabilire il primato della Chiesa di Roma su quella bizantina, un modo di “esportare” in terre lontane la violenza feudale che infiammava l’Europa per pacificare quest’ultima. Si conclusero con la sconfitta militare dei cristiani, che peraltro andavano ormai guadagnando la supremazia economica nel Mediterraneo.

Le dieci chiavi di Leonardo
Luca Arnaù
Newton Compton
In libreria l’8 luglio

Firenze, 1481. Uno spietato assassino, subito ribattezzato “Strappacuori”, uccide le sue vittime dopo indicibili tormenti, strappando loro il cuore. Ser Pardo de’ Giovannini, consigliere del Magnifico, ha bisogno di qualcuno che conduca le indagini in modo non ufficiale: le vittime sono molto vicine a Lorenzo de’ Medici. Decide allora di avvalersi dell’ingegno del giovane Leonardo da Vinci. Con l’aiuto di Bencio, il suo giovane allievo, e di Lapo Caperna, il Capo delle Guardie, Leonardo inizia la sua indagine mentre i delitti si susseguono inarrestabili. Grazie al suo acume si accorge ben presto di un inquietante filo conduttore che sembra guidare la mano del colpevole: è l’ Inferno dantesco. Ma l’astuzia di Leonardo dovrà fare i conti con la spietata freddezza di un assassino che non si ferma di fronte a a pur di portare a compimento la sua raccapricciante opera. Anche per un genio come Leonardo, risolvere questo mistero potrebbe non essere così facile… Un thriller storico che mette in scena due protagonisti d’eccezione: Leonardo da Vinci, all’opera per arrestare una spirale di efferati delitti, e Dante Alighieri, ispiratore di macabri rituali…

Le donne della Gioconda
Josselin Guillois
Garzanti
In libreria l’8 luglio

Parigi, agosto 1939. Mancano pochi giorni allo scoppio della guerra e i nazisti hanno un piano per attaccare la Francia e occupare la capitale. La Gioconda e con essa molti altri capolavori sono in pericolo. Ma c’è un uomo pronto a rischiare la vita per salvare il Louvre: si chiama Jacques Jaujard, è il direttore dei Musei nazionali e sta per dare inizio alla più grande evacuazione di opere d’arte della storia. Un’impresa mai tentata prima che non può compiere da solo. Tre donne partecipano al trasferimento di un patrimonio di inestimabile valore per mettere al sicuro le collezioni al castello di Chambord, nella Loira, lontano da avidi predatori. Sono loro la sua più grande risorsa: la moglie Marcelle, la figlioccia Carmen e l’attrice Jeanne offrono il loro aiuto. Tre donne che esplorano i propri desideri e le proprie fragilità, lasciando che sia l’istinto a guidarle e cercando ispirazione nei dipinti che stanno contribuendo a salvare. Non esiste altro modo per offrire alla Monna Lisa, alle tele di Rubens, alle maestose opere del Veronese la possibilità di mostrarsi allo sguardo stupito e meravigliato delle generazioni che verranno. Anche se si tratta di una corsa contro il tempo. Perché i più stretti collaboratori del Führer non si fermano di fronte a niente pur di ottenere quello che vogliono.

Un semplice caso di infedeltà: Le inchieste di Maisie Dobbs
Jacqueline Winspear
Neri Pozza
In libreria l’8 luglio

Nel 1910 la tredicenne Maisie Dobbs prende servizio come cameriera in una elegante dimora di Belgravia, casa Compton. La moglie di Lord Julian Compton, Lady Rowan, una fervente suffragetta, non tarda a rendersi conto che la schiva ragazzina possiede una mente eccezionale, un’intelligenza così brillante da meritare più dell’angusto destino che il lavoro domestico potrebbe riservarle. Nulla di meglio, dunque, che indirizzarla presso l’amico Maurice Blanche, uno degli investigatori preferiti dall’élite europea del tempo. Un utile apprendistato prima di tentare di accedere al prestigioso Girton College di Cambridge. Lo scoppio della guerra, però, muta radicalmente le cose.
Maisie si forma come infermiera e parte per la Francia, dove l’orrore non lascia scampo a niente e nessuno, nemmeno a lei. Rientrata in Inghilterra, nel 1929 la giovane donna decide di rilevare l’attività di Blanche e mettersi in proprio come investigatrice privata. Il suo primo caso, tuttavia, appare di poca rilevanza: il commerciante Christopher Davenham le chiede di indagare sulla presunta infedeltà della moglie Celia, una donna che sembra aver fatto della menzogna un’arte.
Dopo tutto il tirocinio, tutti gli studi e i successi con Maurice Blanche, quel semplice caso di adulterio pare a Maisie un affronto. Ma la giovane investigatrice non si tira indietro. Non è forse vero che le cose straordinarie si camuffano sempre da cose qualsiasi? Maurice le ha insegnato a non dare nulla per scontato, e così ecco che, pedinando Celia Davenham, Maisie si ritrova nell’ultimo luogo in cui avrebbe pensato di trovarsi: il cimitero di Nether Green, dinnanzi a una lapide con inciso un nome e null’altro.
Primo di una serie di avvincenti gialli ambientati negli anni Venti e Trenta, Un semplice caso di infedeltà presenta al lettore l’investigatrice privata Maisie Dobbs: geniale e intuitiva come Sherlock Holmes, decisa e determinata come Lisbeth Salander.

La ragazza dei girasoli
Hazel Gaynor
Tre60
In libreria l’8 luglio

Cina, dicembre 1941. Dopo aver lasciato l’Inghilterra per lavorare come insegnante alla scuola missionaria inglese di Chefoo, nel nord della Cina, Elspeth Kent decide di tornare in patria per dare il proprio contributo allo sforzo bellico. Ma mentre si prepara a lasciare la Cina, il destino sembra avere altri piani per lei e per i suoi studenti…
Nancy Plummer ha dieci anni e si è sempre sentita al sicuro alla scuola missionaria di Chefoo, protetta dal suo status britannico. Ma quando il Giappone dichiara guerra alla Gran Bretagna e all’America, le forze giapponesi prendono il controllo della scuola, e la sicurezza e le comodità di ogni giorno sono improvvisamente sostituite da privazioni, incertezza e paura. Separati dai loro cari, gli studenti vengono condotti insieme agli insegnanti nel centro di detenzione di Weihsien, dove devono far fronte a condizioni di vita disperate. In una lotta quotidiana per la sopravvivenza, contro la fame, la malattia e la violenza, solo grazie alla guida di Miss Kent, sempre pronta a infondere loro fiducia e coraggio, Nancy e gli altri ragazzi troveranno la forza e la determinazione di resistere, nella speranza di un’imminente liberazione…
Ispirato a fatti realmente accaduti, La ragazza dei girasoli è una storia emozionante che mostra come la coesione, l’amicizia e lo spirito di adattamento siano le armi vincenti per superare qualsiasi prova, anche la più dura.

Madri, madri mancate, quasi madri. Sei storie medievali
Maria Giuseppina Muzzarelli
Laterza
In libreria l’8 luglio

Sei storie esemplari di donne del Medioevo e del loro rapporto con la maternità. C’è l’esperienza di Dhuoda (vissuta nel IX secolo), il cui figlio Guglielmo fu consegnato come ostaggio a Carlo il Calvo; c’è – due secoli dopo – la vicenda di Matilde di Canossa, donna potentissima ma delusa nelle sue aspettative di maternità. C’è l’esempio di Caterina da Siena, che pur non avendo figli agisce e scrive da “grande madre” italiana. C’è Christine de Pizan, impegnata nell’ultimo scorcio di Medioevo a destreggiarsi tra i figli e la carriera. Ancora, c’è Margherita Datini, che cresce come fosse sua figlia una bambina che il marito ha avuto da una schiava; c’è infine Alessandra Macinghi Strozzi, vedova di un esule, che fa da madre e padre ai suoi 5 figli. Pagina dopo pagina, si rovescia ciò che crediamo di sapere sulle donne del passato: scopriamo figure di madri oltre la retorica che le relega a un ruolo angusto, incontriamo autentiche madri anche oltre l’effettiva esperienza biologica, osserviamo donne in azione oltre la sfera domestica, protagoniste oltre i limiti imposti dal tempo in cui vissero al loro genere. Insomma, madri e donne che vanno ben al di là delle nostre (spesso ristrette) concezioni del Medioevo.

Annette, un poema eroico
Anne Weber
Mondadori
In libreria il 13 luglio

Gli eroi sono passati di moda nella letteratura, nel nostro mondo disincantato c’è spazio solo per gli antieroi, per raccontare una vita straordinaria bisogna inventarsi qualcosa: ad esempio, cantarla in modo epico, poeticamente. Ed è proprio quello che fa Anne Weber in questo libro, nel quale racconta le gesta di Annette Beaumanoir che – nata in Bretagna nel 1923 in una famiglia di umili origini – vive nientemeno che nella convinzione che il mondo dovrebbe essere un posto più giusto. Da ragazza, combatte nella Resistenza e salva degli ebrei dalla deportazione. Dopo la guerra, si sposa, studia medicina, diventa neurofisiologa, ha tre figli, poi collabora clandestinamente con il movimento per l’indipendenza algerina. Tradita, viene arrestata e condannata a dieci anni di prigione, ma riesce a fuggire. Entra a far parte del primo governo dell’Algeria indipendente e rischia di nuovo la morte dopo il colpo di stato contro il presidente Ben Bella nel 1965 riuscendo a malapena a scappare. Quindi lavora in una clinica di Ginevra fino a quando la sentenza del tribunale non viene annullata e può tornare in Francia. Oggi Anne Beaumanoir vive in un villaggio nel Sud della Francia, dove Anne Weber l’ha incontrata, ascoltata a lungo per poi trasporre la sua storia in una canzone meravigliosamente semplice e potente che ci illustra il suo coraggio, la sua forza di volontà ma anche i suoi errori e i suoi conflitti interiori. È incredibile quanto sia moderna la vecchia forma dell’epica e con quanta forza riesca a parlarci di temi enormi. Cosa spinge qualcuno a resistere? Cosa deve sacrificare? Fin dove può arrivare? Cosa può ottenere?

Il circo della notte
Erin Morgenstern
Fazi
In libreria dal 15 luglio

Londra, 1886: tra mirabolanti giochi pirotecnici, viene inaugurato Le Cirque des Rêves. Girerà per tutto il mondo, inscenando ogni notte degli spettacoli sofisticati e incredibili. In un turbinio di tendoni dove tutto è rigorosamente nei toni del bianco e nero, gli acrobati piroettano in aria, l’indovina rivela il futuro, gli alberi realizzano desideri… Quello che nessuno sa è che tutto questo è frutto di veri incantesimi. Dietro le quinte è in corso una feroce competizione: un duello tra due giovani maghi, Celia e Marco, che fin dall’infanzia sono stati addestrati a questo scopo dai loro instabili istruttori. Mentre Celia incanta il pubblico ogni notte, Marco, il discreto ed efficiente organizzatore del Circo, controbatte creando attrazioni sempre più elaborate. I ragazzi non lo sanno, ma questo è un gioco in cui solo uno può rimanere in piedi. Nonostante la posta in gioco sia molto alta, Celia e Marco si innamorano, innescando un effetto domino dalle conseguenze pericolose e mettendo a rischio le vite di tutti, dagli artisti agli spettatori.

Teatro d’amore
Joseph O’Connor
Guanda
In libreria il 15 luglio

Londra, 1878. Al mitico Lyceum Theatre tre persone straordinarie incrociano le proprie vite, vite che saranno ricche di drammi, trasformazioni, passione e soprattutto devozione sofferta per l’arte. Si tratta di Henry Irving, il più grande attore shakespeariano della sua epoca e vulcanico fondatore del teatro e di Ellen Terry, l’attrice più ammirata e desiderata della sua generazione, schietta e generosa di cuore; dietro di loro, nell’ombra, si muove il direttore del teatro, Bram Stoker. Arrivato da poco da Dublino, Stoker sembra il più anonimo del trio, ma in realtà sta lottando con i demoni oscuri della nuova città, con un matrimonio appena contratto ma già sul punto di naufragare e con il sacro fuoco della scrittura, a cui può dedicare solo le notti insonni, trascorse nella soffitta del Lyceum. Intorno ai tre pulsa di vita Londra, con la sua varia umanità e le infinite possibilità che offre, in quanto capitale di un impero dove il sole non tramonta mai. Londra, le cui notti sono infestate da Jack lo Squartatore e i cui salotti sono percorsi da pettegolezzi sul grande amico di Stoker, Oscar Wilde. A complicare le cose, l’amore che entrambi gli uomini provano per la bella Ellen…

I cavalieri della tempesta
Gabriel Katz
Leone Editore
In libreria il 15 luglio

Medioevo, Anglia. Morgien, Cynon e Alistair sono tre giovani cavalieri, poveri e spiantati ma con grandi sogni di gloria. Per trovare un signore che li assoldi, partecipano al torneo di Creed e vengono reclutati da Edwin de Gore, alfiere cui è appena stato assegnato il dominio di Hollow Grave, nelle cupe e misteriose terre al confine con le Highlands. Una volta giunti nel feudo, Sir Edwin e i suoi tre cavalieri si ritrovano di fronte a un castello in rovina, nel bel mezzo di un territorio oppresso dai banditi e sopraffatto dalla miseria e dalla povertà, che, oltretutto, i clan guerrieri dell’Eirin minacciano di invadere. Tuttavia Sir Edwin non si perde d’animo e mette al lavoro ognuno per trasformare Hollow Grave in una signoria degna di questo nome. Ma presto strani incidenti mortali iniziano a verificarsi e i cavalieri compiono inquietanti scoperte: gallerie sotterranee, la tomba di un cavaliere non toccato dal tempo e proprietario di una misteriosa spada dalla lama nera, un castello che appare e scompare. Cominciano quindi a diffondersi voci e superstizioni sul fatto che Hollow Grave sia il castello del diavolo. Tra battaglie, tradimenti e avvenimenti inspiegabili, i cavalieri dovranno tenere fede al loro giuramento e proteggere la loro nuova casa da ogni nemico, di questo mondo o dell’altro.

L’ incognita X
Rolando Zucchini
Leone Editore
In libreria il 15 luglio

Bologna, 1877. Un ragazzo di diciassette anni scende dal treno alla stazione Centrale. È Febo Nalli, è arrivato fin da Matidia, in Umbria, con un solo obiettivo: laurearsi in Matematica all’Alma mater studiorum. Tra lezioni ed esami, Febo scopre due grandi amori. Il primo è la geometria non euclidea. Il secondo è Isabella Galimberti, giovane di nobile famiglia, conosciuta da Febo l’anno prima e ora ritrovata. Fra i due, nonostante la differenza di condizione sociale, la scintilla è immediata e prepotente; ma, durante l’estate, Isabella si ammala. L’origine del suo male sembra collegata a una misteriosa lettera ricevuta dalla ragazza, un foglio su cui era tracciata un’unica, grande X e nient’altro. Con l’aiuto dell’amica Caterina, Febo inizia a indagare. Chi ha spedito quella lettera e perché?

I segreti di una libraia. La straordinaria vita di Nancy Mitford
Michelle Gable
Newton Compton
In libreria il 16 luglio

Londra, 1942. Non sono solo i raid aerei e le spie tedesche a preoccupare Nancy Mitford. Distrutta da un lutto e con il cuore in pezzi, ha scelto di allontanarsi da suo marito, ha abbandonato il sogno di scrivere e non ha neanche un’idea precisa di come farà a mantenersi. La stella che era un tempo, quella brillante giovane in grado di affascinare i salotti con un carisma invidiabile e un umorismo sferzante, sembra tramontata per sempre. Desiderosa di distrazioni e alla disperata ricerca di entrate, Nancy coglie al volo l’occasione di gestire la libreria Heywood Hill, mentre il proprietario è al fronte. Tra i vivaci affari del negozio e gli incontri letterari organizzati per i suoi eccentrici amici, la vita sembra tornare a sorriderle. Ma quando un misterioso ufficiale francese la esorta a raccontare la sua storia, Nancy si trova di nuovo tentata dalla sua più grande passione: la scrittura. Quanto è pericoloso aprire nuovamente il cuore, rischiando di essere ferita ancora? Giorni nostri. La libreria Heywood Hill è in fermento per la caccia a un manoscritto della celebre Nancy Mitford, andato perduto durante la guerra. La ricerca, oltre a rivelare dettagli del tutto sconosciuti sulla vita della scrittrice, porterà alla luce insospettabili segreti sepolti nelle pieghe del tempo. Possibile che quelle parole risalenti a un’altra epoca possano avere il potere di legare indissolubilmente il passato e il presente?

L’esule
Pearl S. Buck
Mondadori
In libreria il 20 luglio

La giovane moglie di un pastore presbiteriano lascia nel 1880 la Virginia e assieme al marito si reca in missione nella lontana Cina, affrontando un vero e proprio “esilio” dalla patria e dalla famiglia, nella speranza che il suo sacrificio le permetta di cogliere quel segno di Dio che attende da sempre. La morte prematura di quattro dei sette figli farà perdere senso a qualunque scelta, e Carie, la cui profonda natura è quella di una ribelle, si sentirà “esiliata” anche dal marito e dalla sua fede. In L’esule (1936) è la figlia, la scrittrice Nobel Pearl S. Buck, a narrarci la sua vita, trasformando la storia familiare in un racconto ricco d’amore e comprensione quanto lucido nei giudizi morali e culturali.

La reliquia del caos
Eric Giacometti
Mondadori
In libreria il 20 luglio

“Un gioco di ruolo affascinante, che dimostra come il thriller esoterico possa sposarsi meravigliosamente con la buona letteratura”. Sud Ouest Luglio 1918. La famiglia imperiale russa viene giustiziata dai rivoluzionari. Per salvarsi lo zar Nicola II sarebbe disposto a rivelare dove si trova la quarta svastica, ma viene ucciso prima di poterlo fare. Luglio 1942. Mai l’esito del conflitto mondiale è parso così incerto. Se l’Inghilterra sembra aver evitato ogni rischio d’invasione, la Russia di Stalin si sta piegando sotto i colpi degli eserciti di Hitler. L’Europa è a un punto di svolta. Attraverso la grande caccia alle svastiche, si scatena una guerra occulta nel tentativo di far pendere l’ago della bilancia: chi si impadronirà dell’oggetto sacro avrà la vittoria. Tristan Marcas, agente doppiogiochista dal passato oscuro, si mette alla ricerca di un prezioso reliquiario che contiene la svastica dei Romanov, arrivando a organizzare un furto rocambolesco al British Museum. A Berlino, Mosca e Londra, inizia un’incredibile corsa contro il tempo, che trascina in una spirale vertiginosa Erika, l’archeologa tedesca, e Laure, la giovane combattente della resistenza francese. Terzo capitolo de “Il ciclo del Sole Nero”, saga del duo di scrittori Éric Giacometti e Jacques Ravenne.

Accadde in autunno. Wallflowers. Vol. 2
Lisa Kleypas
LeggereEditore
In libreria il 22 luglio

Accadde al ballo, dove la splendida Lillian Bowman scoprì che il suo temperamento da americana, diretto e sfrontato, non era ben visto nell’affettata società inglese. Soprattutto agli occhi di Lord Westcliff, Marcus, lo scapolo d’oro più insopportabile della città. Accadde in giardino, dove Marcus e Lillian scoprirono che un solo appassionante bacio poteva valere più di mille arroganti pregiudizi, e persino più di un profumo afrodisiaco! Accadde in autunno, quando Marcus, l’uomo che non aveva mai perso il controllo delle sue emozioni, scoprì di essere tutt’altro che una roccia: con Lillian ogni tocco era una squisita tortura. Ma quell’insolente americana non era senz’altro nella lista delle “donne da sposare”…

L’appartamento a Parigi
Kelly Bowen
LeggereEditore
In libreria il 22 luglio

Nella Parigi del 1940, l’ereditiera Lise Allard cresce immersa nei privilegi che il suo status familiare le concede, ma privata dell’amore dei suoi genitori, grandi assenti nella sua vita. Tuttavia, quel vuoto viene colmato da un gruppo di amici molto stretti, che diventano la sua nuova famiglia. Allo scoppio della Seconda guerra mondiale, però, quando Parigi viene occupata dai tedeschi, i suoi amici vengono deportati uno ad uno, e Lise, disperata, si ripromette che farà qualsiasi cosa per contribuire a sconfiggere i nazisti. Nel 2017, l’ultima cosa che Aurelia Laclaire si aspetta, alla morte della sua bisnonna, è ereditare un piccolo appartamento parigino rimasto inutilizzato per più di mezzo secolo, e inaspettatamente pieno di gioielli e opere d’arte. Forse, però, il discendente di uno dei pittori amati e collezionati da Lise, Gabriel Seymour, può aiutarla a ricostruire la storia della bisnonna, e a capire il senso di quel deposito segreto pieno di armi, lettere, e foto sbiadite di passaporti fino a quando non finisce per imbattersi nelle foto dell’ufficiale tedesco Hermann Goring… Chi era veramente la sua bisnonna?

Il Demone. Max Heller. Vol. 1
Frank Goldammer
TimeCrime
In libreria il 22 luglio

Dresda, novembre 1944: un brutale assassino terrorizza una città dilaniata dalla guerra. La popolazione geme sotto i bombardamenti, costretta a terribili privazioni, e gli allarmi bomba sono l’unica certezza nella vita di tutti i giorni. L’ispettore investigativo Max Heller viene convocato sulla scena di un crimine e si trova di fronte al corpo selvaggiamente martoriato di una donna, un’infermiera del vicino ospedale. Ben presto, le voci cominciano a girare: è il Demone, il killer che di notte si aggira tra le rovine. Senza prestare attenzione ai pettegolezzi, l’ispettore si dedica a dare la caccia al barbaro assassino nel caos della guerra. Heller fa il suo lavoro con abnegazione, eppure non si è asservito al regime ed è una spina nel fianco del suo superiore Rudolf Klepp. Ma Klepp, che cocciutamente segue la linea del partito, non è l’unico a mettere ostacoli all’esperto detective. Quando la città viene quasi rasa al suolo, nel febbraio del 1945, tutti pensano che anche l’assassino sia sicuramente morto. Ma poi il Demone torna a colpire… “Sono bastati pochi minuti per trasformare una tranquilla e gelida notte d’inverno in un inferno furioso. Heller si è ritrovato solo in un mondo completamente alieno. Non più la sua città, non più il suo quartiere, non più nemmeno la strada che aveva appena percorso”.

Madame Dupont
Adriana Valenti Sabouret
Arkadia
In libreria il 29 luglio

Un grande affresco storico, sullo sfondo della Rivoluzione francese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *