Narrativa recensioni

Maleficio – Francesco Grimandi

Trama
Bologna, marzo 1326. Il vicario di giustizia Jacopo Lamberti è inviato in missione presso il borgo di Monteveglio. Il suo compito è prelevare un semplice ladro e scortarlo nelle prigioni della città. Ma al suo arrivo intuirà che la realtà è assai diversa. Chi cerca d’impedirgli di scoprire la verità? E perché? Ha solo poche ore per risolvere il mistero prima che sia troppo tardi.

Recensione a cura di Luigia Amico

La credenza che esistono esseri quali le streghe è parte così essenziale della fede cattolica che il sostenere ostinatamente l’opinione opposta sa manifestamente di eresia. (Malleus Maleficarum)

La storia che ci viene presentata dall’autore Francesco Grimandi nel libro “Maleficio” prende vita nella periferia bolognese del 1326, in piena epoca medioevale.

Il protagonista è Jacopo Lamberti, personaggio già presente in un altro racconto, vicario di giustizia a cui verrà chiesto di scortare a Bologna un ladro. Giunto sul posto avrà un’inaspettata sorpresa: il malfattore in questione in realtà è una donna, Chiara, accusata dell’omicidio del marito e di praticare arti occulte.

Jacopo ci viene descritto come un uomo scrupoloso sia in ambito lavorativo che nella vita, non si ferma alle apparenze e il suo senso di giustizia lo porterà a voler scoprire cosa in realtà aleggia intorno alla storia raccontata da Chiara, trascinandolo in una rete di complotti e pericoli.
Riuscirà a far venire a galla la verità? O tutto quello che credeva impossibile per l’intelletto umano è esso stesso la verità?

Il suo animo era combattuto tra salvare Chiara e salvare se stesso. In realtà non era facile, perché di mezzo c’erano i suoi principi e lui aveva sempre sostenuto che un uomo senza principi non fosse uomo.

Quando l'Inquisizione romana salvava le streghe dal rogo - Altrastoria

Chiara, una figura a mio avviso complessa, a tratti ambigua. Una donna dalla forte personalità che, nonostante le accuse mosse nei suoi confronti, non si lascia calpestare e non abbassa la testa di fronte ai maltrattamenti subiti. Una donna dalle mille sfaccettature, in grado di scavare nei meandri più nascosti dell’animo di Jacopo, riportando in superficie emozioni credute dimenticate.

Metti in gioco tutto te stesso , perché sei convinto nel profondo di far la differenza, di correggere le storture di questo mondo. Ma sei solo. Terribilmente solo.

Chiara, vittima di un marito brutale, ma soprattutto capro espiatorio di una società che considerava la donna pari al nulla, inferiore intellettualmente e fisicamente, una convinzione atavica perpetuata nei secoli.

Per questo erano più suscettibili agli attacchi del maligno e il popolo le credeva adatte a diventare streghe. 

Viene marchiata come tale, condannata a pagare una colpa che forse non le appartiene e sarà questo il cardine intorno al quale la storia si svilupperà.

Un libro che si lascia leggere tutto d’un fiato, una lettura scorrevole e piacevole, una trama avvincente che riesce a catturare l’attenzione del lettore grazie all’atmosfera di suspense che avvolge i protagonisti. Un giallo storico che racchiude intrighi, complotti e passione, il tutto in una lotta contro il tempo.

La terra è madre, dunque è femmina. Femmina è bello, ma strega è meglio.

Copertina flessibile: 154 pagine
ISBN-13: 979-8676217945
Editore: Independently published (16 agosto 2020)
Lingua: Italiano
Link di acquisto cartaceo: Maleficio
Link di acquisto ebook: Maleficio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *