Curiosità Viaggio nella storia

Sai che Merry Christmas è un augurio divenuto in voga grazie a…

… un libro?
Ebbene sì, potrebbe sembrare scontato, ma è proprio così.
E il libro non poteva che essere Canto di Natale di Charles Dickens.
Prima della sua diffusione, infatti, l’augurio natalizio era “Happy Christmas”, nel racconto invece si usa la frase “Merry Christmas” che da allora prese piede e si affermò diventando l’augurio più diffuso.

Ma poiché è Natale vogliamo essere generosi: vi facciamo scartare non una, non due, non tre ma ben altre… 8 curiosità sul libro icona del Natale. E allora continuiamo.

Sai che Charles Dickens lo scrisse in sole 6 settimane?
Precisamente tra l’ottobre e il dicembre 1843. Non furono mesi facili per lo scrittore che dichiarò di essere diventato quasi pazzo per finire la storia in così poco tempo, ma inizialmente nessuno volle pubblicarlo.

Sai che Dickens pagò la pubblicazione di questo libro?
Siccome il suo libro precedente non aveva venduto bene, Dickens pagò per la pubblicazione di A Christmas Carol.
La prima edizione fu messa in vendita il 19 dicembre 1843 al prezzo di cinque scellini; fu esaurita entro Natale.

Sai che ebbe una sola e unica recensione?
Ebbene sì, a farlo fu la rivista The Knickerbocker nel 1844 che scrisse: «In conclusione abbiamo solo tre parole da dire a ogni lettore della nostra rivista che potrebbero sfogliare le nostre pagine su questa produzione: leggete il lavoro».

Sai che ci fu una edizione pirata uscita pocchisimo tempo dopo la pubblicazione?
La Illuminated Library di Parley stampò il libro illegalmente due mesi dopo la sua prima pubblicazione. Dickens citò in giudizio la biblioteca, vinse la causa, ma fu costretto a pagare tasse altissime: 700 sterline, che corrispondono a oltre 60 mila sterline di oggi.

Sai che il nome protagonista del libro, il vecchio e tirchio Scrooge, è entrato nell’Oxford English dictionary?
Il termine “scrooge”, infatti, compare nel dictionary come sinonimo persona tirchia?

Sai che divenne un’opera teatrale solo 6 settimane dopo la sua pubblicazione?
Adattato da Edward Stirling, la versione teatrale fu messa in scena per quaranta sere a Londra prima di arrivare a New York.
Al cinema invece è stato riadattato più di 20 volte.
Una di queste versioni, del 1901, durava solo sei minuti.

Sai che Dickens stesso lo lesse in pubblico per ben 126 volte?
La prima lettura in pubblico di A Christmas Carol fu nel 1852. Al pubblico piaceva molto sentir leggere il racconto da Dickens stesso che, pare, lo facesse sorseggiando rum con panna, mezza bottiglia di champagne e un bicchiere di cherry (il suo liquore preferito) che lui stesso si portava durante le sue performance.

Sai che durante l’ultima lettura pubblica di Canto di Natale, Dickens predisse la sua morte?
Fu durante la lettura al pubblico avvenuta nel marzo del 1870. Dickens rivolto al pubblico disse: «Da queste luci sgargianti io scompaio ora per sempre, con un addio accorato, grato, rispettoso e affettuoso». Morì tre mesi dopo.

E dopo questo Mega CurioStory, non resta che augurare a tutti voi un Felice Natale da TSD!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.