Trama 496 a.C. L’esercito della neonata Repubblica romana sta per essere sconfitto dai latini del deposto Tarquinio il Superbo. Due figure leggendarie, però, sono pronte a intervenire per salvare Roma da una sanguinosa restaurazione. Firenze, oggi. Simone Santoro è un ambizioso ricercatore che aspetta da tempo di fare la scoperta in grado di dare slancio alla propria carriera. L’occasione si presenta in maniera del tutto inaspettata quando una sera, visionando un manoscritto trecentesco, si imbatte in un simbolo e in una scrittura sconosciuti. Deciso ad andare a fondo, chiede aiuto a Margherita Misci, una studiosa di lingue antiche, e a Carlo Valdifiori, un tombarolo senza scrupoli, per indagare su un mistero custodito gelosamente nei secoli. Seguendo gli indizi, i tre si ritroveranno a fare i conti con un segreto più grande di loro, e a dover lottare per scongiurare il ritorno di un pericoloso nemico che minaccia di distruggere l’intera umanità. Recensione a cura di Roberto Orsi Marco Mogetta porta sugli scaffali delle librerie un’avventura alla Martin Mystere. Conoscete il fortunato personaggio della serie ideata da Alfredo Castelli a inizio anni ’80? “Il detective dell’impossibile”: così viene nominato l’archeologo e scrittore, protagonista dei fumetti pubblicati in Italia per la prima volta dalla Sergio Bonelli Editore, impegnato nella soluzione di misteri dal passato, enigmi della storia, dell’archeologia e della scienza. Simone Santoro, con Margherita Misci e Carlo Valdifiori, i protagonisti del romanzo “Il segreto dei dioscuri”, come il loro omologo fumettistico vengono coinvolti in un’avventura che affonda le sue radici in un passato molto remoto. E mai come questa volta possiamo dire che il mistero trattato nel romanzo “scava” nel tempo e nello spazio. In terra toscana esiste una leggenda etrusca secondo cui uno dei più importanti condottieri di quel popolo, Porsenna, fece costruire un mastodontico e intricato labirinto sotterraneo dove ospitare le sue spoglie al momento della dipartita dal mondo terreno vegliate da un “esercito” di cinquemila pulcini in oro. Ma cosa nasconde, oltre a questo, il labirinto sotterraneo voluto da Porsenna? I territori etruschi da sempre solleticano l’immaginazione di storici e studiosi con le loro leggende e gli antichi misteri. La vicenda raccontata in questo romanzo prende il via in un periodo storico molto affascinante, che vide il popolo etrusco e quello romano avere punti di contatto. Nel V Secolo a.C. l’ultimo Re di Roma, Tarquinio il Superbo, di origine etrusca, una volta allontanato dalla città in favore dell’istituzione della Repubblica, non esita a chiedere l’aiuto al lucumone Porsenna. La storia dice che il rientro di Tarquinio al potere non avvenne grazie al passo indietro fatto da Porsenna e i suoi guerrieri per “lasciare Roma ai romani”. Un tradimento che Tarquinio non perdonò mai al condottiero etrusco. Tito Livio nella sua “Ab urbe condita”, l’opera principale da lui scritta, sposa questa tesi. Versione che, invece, secondo alcuni studiosi non è quella corretta: Porsenna avrebbe conquistato Roma e l’avrebbe tenuta sotto il suo potere per diversi anni, senza restituirla all’alleato Tarquinio. Durante la battaglia sul Lago Regillo nel 499 a.C. l’esercito dei latini guidato da Tarquinio viene sconfitto dall’intervento dei due semidei Castore e Polluce. Un intervento risolutivo a favore dei repubblicani di Aulio Postumio. Tarquinio il Superbo si ritira presso Cuma, dove affronta l’ultima parte della sua vita inseguito dai rimpianti. Chi ha invocato l’intervento dei due semidei? Si trattava davvero di Castore e Polluce?
È finita, ma non riesce ad accettarlo. Il riconoscimento degli errori non fa parte della sua indole, e un vecchio non cambia se stesso.
Simone Santoro, partendo da un manoscritto trecentesco fino a quel momento mai studiato, si trova ben presto coinvolto in una storia che a partire dagli Etruschi attraversa i secoli fino al basso medioevo del XIII Secolo che vide protagonisti del calibro di Petrarca, Boccaccio e la famiglia Colonna. Aiutato dalla esperta di lingue antiche Margherita Misci e dal tombarolo Carlo Valdifiori, si attiva in una ricerca costellata di enigmi celati in documenti secretati, codici da decifrare, mappe e indicazioni da seguire per riportare alla luce quanto è stato nascosto fin dai tempi antichi.
Ora che è in salvo, il proseguimento della sua missione resta l’unico scopo della sua vita. Lo deve alla Madonna, al suo amico defunto, e a tutti gli uomini che lo hanno preceduto in quella misteriosa impresa di cui non è mai riuscito a cogliere fino in fondo il senso.
Un mistery archeologico intricato come un labirinto, dove ogni avanzamento induce a un altro enigma da risolvere. Un percorso iniziatico che i tre protagonisti affrontano mettendo sul piatto, a disposizione della squadra, le loro competenze e conoscenze.
Intraprendi il cammino e già pensi di essere giunto, ma sei stolto e lontano, e ti trovi subito davanti a un primo ostacolo. Non puoi abbatterlo, devi proseguire lungo il muro della vita prendendo il fato per la mano.
I capitoli brevi e incisivi lasciano molto spazio all’azione rispetto alle descrizioni di luoghi e personaggi. Un buon ritmo di narrazione accompagna le gesta dei protagonisti, in un alternarsi dei periodi storici che permette di analizzare gli indizi nel proseguire della lettura immergendosi in epoche passate. Il lettore attraversa i secoli di storia insieme ai protagonisti finendo ben presto immerso in altri tempi. Degna di nota la parentesi legata alla città di Semifonte nel centro della Toscana, in lotta contro Siena e Firenze, per quel segreto che deve rimanere celato. Con il proseguire dell’avventura, quanto si svela agli occhi dei ricercatori assume una connotazione sempre più incredibile. I tre devono affrontare e superare i limiti imposti dalla propria razionalità per affrontare un nemico fuori dagli schemi e da quanto è conosciuto, fino alla sfida finale. Editore: bookabook (21 maggio 2020) Collana: Narrativa Lingua: Italiano ISBN-10: 8833232646 ISBN-13: 978-8833232645 Link acquisto cartaceo: Il segreto dei dioscuri Link acquisto ebook: Il segreto dei dioscuri   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *