Trama Arcola è un tipico borgo arroccato che si affaccia sulla Vallata del Magra. Il suo Castello e la sua Torre Pentagonale da millenni osservano silenziosi le vicende delle genti che lo abitano. Valentina arriva in paese alla ricerca della tranquillità, ma ben presto tutte le sue scientifiche certezze verranno scosse da inquietanti e quanto mai misteriose sensazioni. Tre donne, tre epoche e tre mondi completamente diversi, eppure legati da un unico indissolubile destino e dal mistero di un atroce delitto. Quanto tempo per scoprire che non si può sfuggire a se stessi e che la fine spesso è solo un altro inizio? Recensione a cura di Debora Serrentino Tre donne, un borgo storico e un mistero, questi sono gli ingredienti principali di questo libro veramente molto bello. Con un contorno di uomini più o meno spaventosi, il tutto condito con un pizzico di magia. Ci troviamo ad Arcola un borgo medievale, dove si rifugia Valentina per poter terminare un lavoro di ricerca sulle erbe medicinali. Arcola è anche il paese di Amelia, una diciasettenne morta misteriosamente e senza lasciare traccia nel lontano Medioevo. E Arcola è anche il paese di Vanda, la matta del paese, la “gattara”, che aiuterà Valentina nel suo viaggio alla scoperta di un mistero che nessuno conosce. Perché Amelia è morta, ma come tante donne nel corso della storia, non è solo morta, è scomparsa senza che nessuno si sia mai preoccupato di cercarla. Seguendo l’eco di un profumo che proviene da un lontanissimo passato, Valentina, con l’aiuto di Vanda, cercherà di ricostruire la storia di Amelia. Tutto il libro è poi arricchito dalle fotografie di Arcola, dei luoghi dove è ambientato il libro e questo contribuisce decisamente a far sì che il lettore si immerga completamente nella storia. I personaggi, non solo le tre protagoniste, sono veramente ben descritti e delineati e l’alternanza di elementi storici e di fantasia, di passato e presente creano un’atmosfera molto coinvolgente, che ti obbliga a continuare fino alla fine per scoprire la soluzione del mistero. La storia di Amelia, per quanto di fantasia, è molto verosimile, arricchita da elementi della storia di Arcola che contribuiscono a farla sembrare vera. Insomma un libro che si legge tutto in un fiato, avvincente, con personaggi molto belli e ben descritti. Il colpo di scena finale che lascia, almeno in parte, aperta la storia fa ben sperare in un seguito. Editore: Panesi Edizioni (16 gennaio 2017) Venduto da: Amazon Media EU S.à r.l. Lingua: Italiano ASIN: B01N7QUN1R ink d’acquisto: La linea del destino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *