Letture condivise

Sondaggio TSD: la nuova lettura condivisa dell’estate

Tempo di scegliere il nuovo libro per la prossima lettura condivisa del gruppo Facebook “Thriller Storici e Dintorni”!

Per questa nuova scelta abbiamo optato per una terna di libri “corposi” e la lettura condivisa durerà due mesi! Avremo tutto luglio e agosto per parlare e commentare il romanzo vincitore del sondaggio! Si vota fino a venerdì 24 giugno alle 20.00!

32
Scegliamo il libro per la lettura condivisa di Luglio e Agosto!

Quale tra questi tre libri vorresti leggere insieme in questa calda estate?

Imprimatur di [Rita Monaldi, Francesco Sorti]

Roma, settembre 1683
In una locanda nel cuore della Città Santa la morte improvvisa di un viaggiatore semina il panico: veleno o peste? Per paura del contagio, gli ospiti vengono rinchiusi in quarantena nelle loro stanze. Tra essi cè labate Atto Melani, ex cantante castrato e ora agente segreto del Re Sole, deciso a scoprire cosa si celi dietro quella strana morte. Atto dovrà però scontrarsi con le reticenze e le paure degli altri ospiti, con lo spettro della peste che aleggia nella locanda e gli echi minacciosi della battaglia decisiva che le armate dei principi cattolici stanno combattendo a Vienna contro i turchi. Nonostante le difficoltà, linchiesta dellabate Melani condurrà alla soluzione del mistero, ma soprattutto alla tremenda verità che segretamente condiziona il destino dEuropa: una congiura internazionale in cui sintrecciano religione, politica e spionaggio. Il diario dellinchiesta, tenuto minuziosamente dal garzone della locanda, finirà sepolto in un volume manoscritto.

Wolf Hall di [Hilary Mantel, Giuseppina Oneto]

Thomas Cromwell era il figlio di un fabbro di Putney. Un uomo capace di redigere un contratto e addestrare un falco, di disegnare una mappa e sedare una rissa, di arredare una casa e corrompere una giuria. Architetto machiavellico del regno di Enrico viii e artefice dei destini della dinastia dei Tudor, il protagonista del pluripremiato romanzo di Hilary Mantel emerge qui in tutta la sua contraddittoria umanità. Cromwell venuto dal nulla, dedito ai mestieri più disparati – mercenario in Francia, banchiere a Firenze, commerciante di tessuti ad Anversa – in virtù delle sole doti intellettuali; Cromwell, di cui il re si servirà per ottenere il divorzio da Caterina d’Aragona e sposare Anna Bolena, dando così un nuovo corso alla storia della Chiesa inglese. Hilary Mantel ci dà un ritratto dell’Inghilterra dei Tudor nel quale il fascino di un’epoca lontana conosce uno splendore rinnovato che, pur senza tradire la cronaca degli eventi, nulla ha in comune con la polverosa distanza di una remota pagina di storia: perché in Wolf Hall riusciamo a sentire l’odore acre della lana impregnata dalla pioggia e della terra sotto i piedi, il rilievo delle ossa sotto la pelle, il solco lasciato dai carri nel fango, il fruscio dei topi nei materassi. La pregnanza della scrittura di un’autrice già celeberrima in patria, che dà ora voce e sostanza al suo capolavoro, dilaga in una decodifica ironica e precisa della corte inglese: fino a mostrarne l’ossatura segreta, a ribaltarne le prospettive e il canone. E a regalarci un affresco storico straordinario.

Il menestrello: La saga del dottor Faust di [Oliver Pötzsch, Roberta Scarabelli]

Germania, 1486: Knittlingen è una tranquilla cittadina nella regione di Kraichgau, ai margini della Foresta Nera. Tranquilla, fino al giorno in cui un misterioso menestrello arriva in città e, improvvisamente, alcuni bambini scompaiono nel nulla… Johann Georg, chiamato affettuosamente Faust, «fortunato», tuttavia, non si cura affatto di questi accadimenti. La sua vita è segnata da due eventi drammatici: la morte della madre e l’inspiegabile sparizione dell’amata Margherita, con cui è cresciuto. L’interesse di Johann viene risvegliato solo dal fascino oscuro che emana dal menestrello, Tonio del Moravia, che predice a Johann un grande futuro come erudito. Johann si unisce a lui, e insieme attraversano le terre tedesche. Il giovane assorbe tutto ciò che Tonio gli insegna. Ma gli insegnamenti di Tonio rappresentano un pericolo inimmaginabile, e presto in Johann si insinua la sensazione che il suo padrone sia in alleanza con le forze oscure. Poteri terribili che definiranno l’intera vita futura di Johann… Ispirato alla nota figura di Johann Georg Faust, l’alchimista tedesco protagonista di alcuni dei più celebri capolavori della letteratura, Il menestrello è il primo capitolo di una nuova, memorabile saga dalla penna dell’autore dell’acclamato La figlia del boia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.