Curiosità Viaggio nella storia

Curiostory – Gli antichi egizi usavano lo sterco di coccodrillo come…

…contraccettivo.

Quando si parla di contraccettivi, di solito si pensa che la loro invenzione affiori in tempi recenti; la storia degli anticoncezionali, però, è ben più antica e affonda le sue radici nell’antico Egitto. Una delle prime testimonianze a riguardo, infatti, si trova nel papiro di Ebers, del 1550 a.C.

Si tratta di un compendio di pratiche mediche, in cui si raccomandava l’uso di un tampone composto da mollica di pane, miele, acacia e datteri. Secondo la fonte, questo prototipo di anticoncezionale sarebbe stato in grado di evitare gravidanze indesiderate per due o tre anni. Altri ingredienti per la preparazione dei contraccettivi erano escrementi di coccodrillo ed elefante.

Lo sterco mescolato alla pasta fermentata, si cospargeva sulla vulva delle donne o inseriva nelle loro vagine per bloccare lo sperma.

Addirittura agli Egizi si fa risalire anche l’invenzione del primo preservativo, fatto di intestini di animale. Esistono poi testimonianze di budella di agnello utilizzate nel Seicento per fabbricarli.

Per arrivare ai profilattici in gomma dobbiamo aspettare il 1855 mentre quelli in lattice risalgono al 1929.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *