Narrativa recensioni

L’inganno della verità – Marco Caciolli

Recensione a cura di Roberto Orsi

Che la virtù di chi intraprenderà questa ricerca sia la luce per rivelare ciò che il mondo non conosce.

“L’inganno della verità” è il sesto volume della serie di romanzi con protagonista Ethan Davila agente del S.I.S., l’agenzia di spionaggio per l’estero del Regno Unito.
L’orizzonte temporale della narrazione questa volta si divide tra il contemporaneo e il Risorgimento italiano. Il mistero affonda le radici nella Spedizione dei Mille, impresa militare voluta dal regno di Sardegna per l’unificazione d’Italia nel 1860, comandata dal nizzardo Giuseppe Garibaldi.

Eppure, qualcosa non è stato raccontato nelle cronache ufficiali. L’evento che apre la narrazione, in quel di Bologna nel 1860, dove è previsto un incontro tra il Re Vittorio Emanuele II e Camillo Benso Conte di Cavour, si tinge di mistero quando qualcuno tenta di impedire che i due vengano a contatto, cercando di uccidere il Presidente del Consiglio.

Perché si tenta di fermare le operazioni? Chi è il misterioso attentatore?

Oggi Ethan Davila, chiamato dall’amico Michele Donati nella città di Livorno per un affare di estrema importanza, trova purtroppo solo il cadavere dell’amico ad attenderlo. In cosa era coinvolto Michele? Perché tanta urgenza nel volerlo a Livorno? Quale aiuto avrebbe dovuto offrire l’agente del S.I.S.?

Si sentiva profondamente amareggiato per come era stato manovrato in quella che riteneva essere stata l’impresa più importante della sua carriera. Era stato un burattino in mano altrui fin dall’inizio.

Il mistero ruota attorno alla Spedizione dei Mille e a quel momento del nostro Risorgimento, in cui luci e ombre da sempre, si alternano su un affresco politico tanto controverso quanto delicato. Si è spesso parlato, anche sulle nostre pagine di TSD, di come probabilmente la storia non sia andata come ci è stata raccontata. Come le motivazioni sottese a quella spedizione e all’unificazione di tutti i regni in quel momento presenti, fossero diverse da un ideale patriottico voluto da Cavour e altri grandi personaggi come Giuseppe Mazzini.

Garibaldi lasciò un diario scritto con l’aiuto della figlia e della moglie nelle ultime settimane di vita. Pagine in cui la verità viene a galla e può rivoluzionare i giochi di forza sullo scacchiere politico internazionale. Ecco perché c’è chi è disposto a tutto pur di fermare la rivelazione di questo diario.

Qualcuno di voi si starà chiedendo perché è importante quello scritto e perché dobbiamo giurare qui e adesso di ritrovarlo. È stato un vile inganno per gli Italiani, ecco il motivo. Perché lo stesso Garibaldi ne è stato vittima e perché il mondo ha il diritto di sapere qual è stata la vera causa di quella rivoluzione

Marco Caciolli ci ha abituati a storie adrenaliniche, messaggi in codice da decifrare ed enigmi che affondano le radici in vicende importanti della Storia dell’umanità. Dalla Rivoluzione Francese alle guerre d’indipendenza Americane, passando per lo sterminio dei Catari di Montsegur nel 1244 e la Seconda Guerra Mondiale.

La formula del doppio orizzonte temporale, con predominanza delle avventure contemporanee di Ethan Davila e degli altri protagonisti, risulta vincente. L’autore, con una grande capacità creativa, mette in scena una serie di romanzi freschi, vivaci, che non annoiano e garantiscono un ritmo di lettura molto serrato.
Un tipo di narrazione che ricorda gli scrittori d’oltreoceano con un connubio di romanzo storico, spy-story e thriller d’azione, che divertono il lettore.

A tal proposito trovo sia utile indicare di seguito la serie dei libri con protagonista Ethan Davila per averne una panoramica diretta e poterne apprezzare trama e copertina.

Il Sigillo dei Padri Fondatori (vol.1)

Trama

Bologna – 2 maggio 1860
Il conte di Cavour è appena giunto a Bologna per incontrarsi con Vittorio Emanuele II.
La situazione è tesa e i due stanno per affrontare una discussione che potrebbe cambiare per sempre il volto del paese.
Nelle stanze del monastero di San Michele in Bosco tutto è ormai predisposto, quando si verifica un fatto inaspettato. Qualcuno, nascosto nell’ombra, tenta di assassinare il Presidente del Consiglio e impedire così che l’incontro si tenga.
Perché? Cosa si nasconde dietro a quel gesto?
​Nessuno lo saprà mai.
Arrestato e giustiziato l’assassino porterà il suo segreto nella tomba.

Livorno – Oggi
Sembrerebbe un invito come tanti quello che Ethan Davila riceve dal suo vecchio amico Michele Donati,
ma quando l’agente del S.I.S arriva a Livorno ad attenderlo troverà solo un’amara sorpresa.
E il suo stupore si trasforma in autentica rabbia quando qualcuno tenta pure di ucciderlo.
Perché? In cosa era coinvolto il suo amico?
​Per trovare le risposte a queste domande si troverà costretto, suo malgrado, a proseguirne le ricerche, tentando di risolvere un antico mistero che affonda le sue radici nel periodo del Risorgimento italiano e nelle pagine di un vecchio diario. Districandosi tra enigmi e codici segreti scoprirà ben presto di essere capitato non solo nel bel mezzo di un intrigo internazionale, ma anche nel mirino di una potente loggia massonica che da più di 150 anni sta tentando di ritrovare le memorie di Giuseppe Garibaldi.

ASIN ‏ : ‎ B08T1QK2YK

Lingua ‏ : ‎ Italiano

Dimensioni file ‏ : ‎ 5962 KB

Da testo a voce ‏ : ‎ Abilitato


Link di acquisto ebook: L’inganno della verità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.