Curiosità Viaggio nella storia

Accadde oggi: 28 Dicembre 1895. Nasce il cinema

A cura di Roberto Orsi

L’invenzione dei Fratelli Lumière

Il 27 Dicembre 2020 è stato il V-Day. Il Vaccine Day ha segnato la storia più recente. Tutta Europa ha iniziato la campagna di vaccinazione contro il CoronaVirus. La strada è ancora lunga per uscire da questo incubo ma potrebbe essere la classica luce che si intravede alla fine del tunnel.

Tra le tante privazioni di questi mesi del funesto anno 2020 sicuramente ci sono mancati molto cinema e teatro. La bellezza nel guardare una nuova pellicola, un nuovo titolo con quell’attore che tanto amiamo, seduti comodi sulle poltrone davanti al maxi-schermo con patatine, pop-corn e bibita. Aspettando momenti migliori per tornare a godersi il cinema, TSD vi racconta la storia delle sue origini.

Proprio oggi ricorre infatti una data molto importante e significativa. Ma procediamo con ordine…

Tutti abbiamo sentito parlare dei fratelli Lumière. Universalmente proprio il 28 Dicembre 1895 viene riconosciuta come la data di nascita del cinema. Fu proprio in quel giorno che i due fratelli organizzarono la prima proiezione pubblica a pagamento presso il Salon Indien del Grand Café di Parigi in Boulevard des Capucines 14. Qui di seguito l’immagine della locandina di quella prima proiezione. Uno spettacolo di 25 minuti con la proiezione di 10 film diversi. Ovviamente non intendiamo i film come li vediamo noi oggi, si era più vicini a degli spot pubblicitari di qualche minuto, ma immaginate la sorpresa delle persone davanti a una novità così strabiliante.

Il primo video mostrato è una ripresa di circa quarantacinque secondi dal titolo “L’uscita dalle officine Lumière”. Si vedono operai e operaie uscire dalla fabbrica dopo il turno di lavoro. Immaginate lo stupore nel vedersi ripresi sul grande schermo in un atto di vita quotidiana. Una completa rivoluzione. Al punto che la via dove risiedeva la fabbrica, Rue Saint-Victor a Lione, è stata ribattezzata in seguito Rue du Premier Film.

Thomas Edison e il cinetoscopio

Se il 28 dicembre 1895 è considerata la data di nascita storica del cinema, è necessario comunque ricordare come diversi esperimenti fossero già stati portati a termine negli anni precedenti da grandi inventori come Thomas Edison. Sì, proprio lui, l’inventore della lampadina, la sua scoperta più importante. In realtà Edison presentò oltre 1000 brevetti, frutto di sue invenzioni. Se i fratelli Lumière sono riconosciuti come gli inventori del cinema inteso come luogo di proiezione di filmati a un pubblico pagante, Edison può essere considerato l’artefice del film, inteso come prodotto audiovisivo dell’industria cinematografica.

Nel 1888, infatti, brevettò il cinetoscopio, uno strumento capace di riprodurre otticamente le immagini in movimento, mediante il trasporto di una striscia di film perforato. Questo apparecchio è a tutti gli effetti considerato il precursore del proiettore cinematografico. Era sufficiente appoggiare l’occhio su un oculare posto sopra un contenitore di legno e le immagini scorrevano al suo interno su una pellicola montata su rocchetti. Fu l’avvio della pellicola 35mm.

Un dipendente di Edison, tal William Dickson, sviluppò gli studi del datore di lavoro, portando a compimento la realizzazione delle prime cineprese e del primo film dal titolo “Dickson Greeting”. Un semplice filmato di cui rimangono oggi pochi secondi, in cui Dickson saluta davanti alla cinepresa. Già nel 1891, quindi quattro anni prima della proiezione a Parigi dei Fratelli Lumière, questa pelliccola di Dickson venne mostrata a un pubblico, precisamente all’assemblea della Federation of Women’s Club.

Ma gli esperimenti e lo sviluppo di ciò che diventerà il cinema, era già avviato da diversi anni. Il primo film protetto da copyright della storia del cinema di cui si ha traccia porta la data del 9 gennaio 1864, intestato anch’esso a Edison e realizzato da Dickson. Si intitola “The Sneeze“, dura 5 secondi e mostra un uomo, un dipendente di Edison di nome Fred Ott, nell’atto di starnutire.

L’invenzione dei Fratelli Lumière rese possibile la visione delle stesse immagini a diverse persone nello stesso momento. Questo fece la differenza rispetto al cinetoscopio di cui si poteva usufruire della visione solo a livello individuale.

Edison, colpito dai progressi dei due fratelli francesi, decise di investire ancora nel campo della cinematografia, acquistando i diritti del Phantascope, apparecchio più evoluto di quello utilizzato a Parigi dai Lumière, dal quale nacque successivamente il Vitascope.

Tra il 1894 e il 1918 gli Edison Studios realizzarono oltre 1200 film, di cui almeno 54 lungometraggi.

Se ci pensiamo bene, oggi che possiamo usufruire di grandi tecnologie come trasmissioni in streaming su telefonini e dispositivi portatili, tv satellitari in abbonamento con premiere esclusive, esperienze 3D, stiamo ritornando a quello che era l’esperimento iniziale di Edison, il cinetoscopio che permetteva una visione in solitaria delle immagini.

Fonti:

https://it.wikipedia.org/wiki/Storia_del_cinema#La_nascita_dei_film

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *