Catia P., classe ’69, è attiva da alcuni anni nel panorama dell’horror e del fantastico con escursioni in ambito giallo e noir, il tutto firmato con il suo vero cognome: Pieragostini. Jane Austen resta comunque la sua scrittrice preferita e nel 2017, con lo pseudonimo Catia P. Bright, si è cimentata con successo nella stesura e pubblicazione del suo primo romanzo lungo, Un lupo nel cuore, un romance con accenni fantasy ambientato nella campagna inglese del 1824. I suoi racconti horror Medium e Il suo Bosco sono stati pubblicati in ebook dalla Delos Digital rispettivamente nelle collane Halloween Nights e Horror Story. Dal 2011 ad oggi, ha pubblicato diversi racconti brevi in varie antologie edite da Weird Book, Damster Edizioni, Delos Books, Edizioni Scudo, Galaad Edizioni e Nero Press Edizioni. Originaria delle Marche, lavora nell’ambito del Digital Marketing a Bologna, dove vive col marito e due figlie. Con una versione ridotta de Il suo bosco ha vinto il premio Nella Tela 2011 – sezione Novelle. Il racconto Le gatte si è aggiudicato il premio Algernon Blackwood 2012. Con Morti ammazzati  è stata finalista al Gran Giallo di Cattolica 2013. Usando solo 5 aggettivi descrivi che scrittore sei Istintiva. Versatile. Ironica. Diretta. Intrigante. Una motivazione che convinca il lettore a leggere il tuo libro Un Lupo Nel Cuore, con cui sono presente a Scripta Manent, è il romanzo perfetto per chi ama l’atmosfera austeniana dell’Inghilterra di inizio Ottocento senza limitarsi a una storia solo romantica. Troverà infatti anche una spruzzata di fantasy, un pizzico di sensualità e un villain che non si fa dimenticare. Dacci la tua citazione preferita del tuo libro Che folle notte era stata. Imprudente. Drammatica. Pericolosa. Eppure, straordinaria. (Da Un Lupo Nel Cuore) Cosa significa per te la Storia? La Storia è prima di tutto un’occasione per conoscere da dove veniamo, per comprendere tanto la nostra quanto le altre culture. In più, ci offre la possibilità di rivivere il passato con tutte le sue atmosfere perdute, in cui specchiarci e ritrovare, forse, una parte di noi. Perché hai deciso di partecipare a Scripta Manent? Quando Linda Bertasi, altra autrice presente alla manifestazione, mi ha parlato dell’iniziativa, non ho saputo resistere al suo invito. È la mia prima partecipazione ufficiale a un evento di questo genere ed è anche la prima edizione del Salone Letterario Scripta Manent: ci terremo a battesimo a vicenda e sarà bellissimo incontrare dal vivo tutto il pubblico e tutti gli altri autori. Il libro di Catia P. Bright a Scripta Manent

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *