Trama: È bionda, combattiva, porta spesso tacchi alti, dorme quattro ore per notte e adora gli animali, soprattutto il suo bellissimo gatto nero, l’unico a dividere con lei l’appartamento londinese. È Katherine Sinclaire, direttore generale della 9Sense Publishing, una delle più potenti case editrici mondiali. Ancora per poco però, perché quell’impero sta per crollare. Convocata d’urgenza da Bruce Aron, l’amministratore delegato, Katherine si trova di fronte a una scena raccapricciante: Bruce si è sparato un colpo in testa. E prima di morire le ha lasciato una chiavetta usb con scritto “Fighter”, il nome con cui amava chiamarla. È il primo di una serie di indizi sempre più inquietanti che da Londra condurranno Katherine al lago di Bolsena, in uno dei siti archeologici più misteriosi della storia. Accompagnata dall’enigmatico Jethro Blake, Katherine si ritroverà nelle viscere della Terra, al centro di un cerimoniale oscuro appartenuto a una delle civiltà più affascinanti mai esistite: gli Etruschi. Ma che cosa lega la 9Sense Publishing a quel sito inesplorato? Qual era il segreto di Bruce? E quale terribile sacrificio sta per essere compiuto? Recensione a cura di Sara Quiriconi: Dalla prima frase riportata sulle pagine di questo libro mi sono incuriosita e innamorata. “Lo scriveva Platone dell’antologia di Socrate. E non c’è niente di più vero: noi siamo ignoranza allo stato puro. Di ogni cosa che conosciamo, mille ne ignoriamo.” Si parla di Etruschi. Un popolo vissuto nel centro Italia, nell’area denominata Etruria corrispondente a Toscana e Umbria fino al fiume Tevere, e al Lazio settentrionale intorno al 900 A.C. Ultimanente sono molto affascinata dalle antiche culture e religioni e leggendo questo libro di Elisabetta Cametti me ne sono innamorata ancora di più. Non avevo ancora letto nulla di questa autrice ed è stata una bella scoperta. Il viaggio inizia nella Londra dei nostri giorni, dove i cittadini vivono sempre indaffarati e di corsa. Katherine, la nostra protagonista, è una giovane donna in carriera, bella e molto in gamba. E’ il braccio destro e direttore generale dell’amministratore di maggioranza Bruce Aron della 9Sense Publishing. Si tratta di una delle più potenti case editrici a livello mondiale e Katherine e la sua squadra ne sono la punta di diamante. Con l’inaspettato suicidio di Bruce tutto prende un’altra piega. Katherine e Jethro (vecchio amico di Bruce) entrano nel suo ufficio appena succede il fatto e lei trova una chiavetta usb con scritto “FIGHTER” proprio da Bruce. Katherine sa che è per lei perché quello è il soprannome che Bruce le ha dato. Qui inizia uno stupendo viaggio nel passato fino ad arrivare a cunicoli costruiti nei meandri della Terra. Nella chiavetta ci sono delle immagini che sono state pubblicate dalla 9Sense Publishing per la collana sulla cultura etrusca, progetto seguito principalmente proprio da Bruce. Katherine sente di dover scoprire cosa c’è sotto. Come nelle altre civiltà anche per gli Etruschi la religione era molto importante. E’ una religione politeista con divinità paragonabili a quelle greche e romane. Tinia (Giove), Uni (Giunone) e Menvra (Minerva). Elisabetta scrive in modo chiaro con periodi semplici e descrivendo bene i luoghi e lasciando spazio per l’immaginazione dei personaggi. Non avendo delineato una descrizione precisa di Katherine, dal punto di vista fisico, l’autrice mi ha permesso di usare la fantasia. Elisabetta Cametti ha tracciato in modo più marcato le linee del carattere e in queste mi sono immedesimata molto. Mi piace la padronanza che ha nel linguaggio e come usa la punteggiatura, metodo ottimo per rendere la lettura scorrevole. Non ci sono troppi dialoghi o descrizioni ma il libro regala spunti e interrogativi rendendo ogni pagina mozzafiato. Ha un ritmo che ti tiene legato alla lettura per sapere quale sarà l’epilogo. La fine me l’aspettavo diversa ma capisco che Elisabetta si sia voluta tenere coi piedi per terra per non oltrepassare i confini di fantasia o fantascienza. Ci sono diverse frasi che rimangono impresse nel cuore: “ La creazione è un valore non uno scopo.” “Il passato si unirà al futuro per perpetrarsi nel presente.” Parlando di Katherine.. ”E’ bella come una dea, si muove con l’eleganza di una regina e affronta la vita con l’agilità di una tigre. Ma è delicata come una donna.” L’ultima frase forse ancora più delle altre mi è rimasta nel cuore, non ho mai letto una frase più toccante di questa. In più ho approfondito la conoscenza di questa civiltà imparando chi sono gli ZILATH, sacerdoti con grandi poteri, i guardiani della storia, appunto, custodi di ogni sapere e di un liuto magico,simbolo del bene che dovrà opporsi al GOLEM, simbolo del male. Consiglio la lettura e io intanto vado alla ricerca del secondo libro che ha come protagonista Katherine, Nel tempo del mare. Copertina rigida: 640 pagine Editore: Giunti Editore; prima edizione edizione (23 ottobre 2013) Collana: M Lingua: Italiano ISBN-10: 8809788087 ISBN-13: 978-8809788084 Link d’acquisto: I guardiani della storia  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *