Articolo a cura di Ilaria Savino

Visto che oggi siamo in tema Romanov, perché non parlare un po’ di Nicola II l’ultimo zar di Russia e della sua famiglia, ma soprattutto di come, nelle varie occasioni, gli imperatori e le granduchesse si vestivano e acconciavano.

Alessandra e Nicola si piacquero subito e dopo vari ostacoli finalmente riuscirono a fidanzarsi e sposarsi. Qui li vediamo felici nel giorno del loro fidanzamento, nel 1894.

Alessandra rispettava la moda inglese vivendo in Inghilterra ed essendo nipote della regina Vittoria. Il suo modo di vestire, fin da giovane, è sempre stato molto raffinato e semplice, rispecchiava molto la sua personalità.

Dal giorno del matrimonio in poi, la vita, le sue abitudini, e quindi anche il modo di vestire, cambiarono, soprattutto nelle occasioni ufficiali, dove rispettava il modo di vestire russo, che era molto sontuoso e ricco di intarsi e gioielli.

C’erano anche occasioni che richiedevano qualcosa di un po’ più semplice.

Lo Zar a la Zarina ebbero 4 figlie che in foto possiamo vedere da sinistra: Olga, Tatiana, Maria e Anastasia.

Quando ormai sembrava non esserci speranza, nacque il piccolo Alessio che qui vediamo in foto con le sorelle.

Le Principesse e lo Zarevic sono cresciuti sotto le ali protettrici della madre, lontano da qualsiasi preoccupazione.

Le ragazze venivano trattate, anche raggiunta l’adolescenza, come bambine, senza tenere conto dell’evolversi della personalità di ognuna.

Venivano vestite, per espresso desiderio materno, sempre uguali.

Erano accoppiate non solo nel vestire, ma anche nella sistemazione delle camere e nella capigliatura.

Olga e Tatiana essendo la coppia più grande portavano capelli raccolti con nastri a mò di fascia tra i capelli e vestiti semplici ma con particolari molto delicati sul davanti o sulla schiena.

Maria e Anastasia erano la coppia più piccola, quindi portavano vestiti un po’ più corti delle sorelle e più semplici, gli unici gioielli che indossavano erano delle collane di perle e portavano i capelli semiraccolti con un nastro a fiocco.

Qui possiamo vederle in una foto tutte insieme.

Ma anche per le granduchesse e per lo zarevic non mancavano le occasioni ufficiali in cui presenziavano insieme ai genitori, e anche loro erano vestiti con i tipici e sontuosi abiti. Ecco Olga e Tatiana

La piccola Anastasia

Se vogliamo osservare gli abiti più da vicino e vedere come sono adesso eccovi accontentati:

Ora possiamo vederli tutti pronti per la grande serata compreso il principe Alessio

Nella vita delle principesse però non c’era solo questo.

Olga e Tatiana, per esempio, erano impegnate insieme alla zarina, con la croce rossa, perché erano infermiere e prestavano assistenza ogni volta che ce n’era bisogno

E Maria e Anastasia davano una mano tenendo compagnia agli infortunati

E come si può vedere, il loro abbigliamento in queste occasioni era molto informale e semplice.

Quando la famiglia reale venne fatta prigioniera  non si persero d’animo, dovendo ringraziare il fatto che nonostante tutto hanno condotto comunque una vita all’insegna del sacrificio e di giornate all’aria aperta.
Anche nel periodo della prigionia le granduchesse erano sempre vestite uguali in coppia.

Nicola e Alessio, invece, eseguono lavori più pesanti.

Dopo la tragica sera della loro esecuzione, si sono succeduti tanti eventi, ma finalmente nel 1998, nella cappella di Santa Caterina nella fortezza dei santi Pietro e Paolo, l’ex famiglia imperiale viene acclamata  come icona del martirio

Ma a noi piace ricordarla nella semplicità dei loro momenti felici

       

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *