Un interessante approfondimento grazie al materiale che ci ha gentilmente fornito Simona Crotta A cura di Sara Valentino I Valdesi traggono il nome da un ricco mercante di Lione, Valdo, il quale aveva aderito all’ideale di povertà donando tutti i suoi beni ai poveri e iniziato un’attività di predicazione itinerante per richiamare i Catari da una parte e la Chiesa dall’altra, all’aderenza al messaggio biblico. 220px-waldoatlutherdenkmal I Valdesi denunciano la sacralizzazione della cristianità e la pretesa che l’ineguaglianza tra signori e servi sia di diritto divino. A differenza dei Catari essi mettono in discussione le forme storiche del cristianesimo avvalendosi di testi tra i quali l’Antico Testamento. Nonostante la scomunica il movimento si diffuse soprattutto nell’Italia settentrionale e poi nel resto dell’Europa. Le persecuzioni li costrinsero alla clandestinità, ma nonostante ciò, nel 1848 ottennero da Carlo Alberto la tolleranza religiosa. Oggi la chiesa Valdese rimane una delle più importanti del protestantesimo italiano. I Catari costituiscono un movimento diffuso soprattutto nella Francia meridionale. Uno dei loro centri principali fu la città di Albi (da cui il nome di Albigesi). I Catari concepivano il mondo come un campo di lotta tra bene e male, questo dualismo si traduceva in un rigido asceticismo che prevedeva la condanna del matrimonio, della procreazione, della proprietà privata dell’esercizio delle armi e la pratica del vegetarianesimo. I “perfetti” arrivavano fino alla morte volontaria provocata dall’astinenza completa di qualsiasi nutrimento , per affrettare la liberazione dall’anima dal corpo. catari1   ORDINI MENDICANTI  A seguito delle forti repressioni verso i movimenti ereticali, vengono a crearsi nuovi Ordini, una versione ortodossa e disciplinata all’interno della Chiesa. Vengono definiti Ordini Mendicanti i Francescani, i Domenicani, i Carmelitani, gli Agostiniani e i Serviti ai quali va riconosciuto il merito di avere almeno in parte posto riparo alle carenze pastorali del clero e di essere andati incontro ai bisogni dei piu’ poveri tra il popolo e le citta’. I Domenicani in particolare si dedicano,non solo  alla difesa della fede contro gli eretici ma anche al rinnovamento degli studi delle discipline teologiche. Ricordiamo Alberto Magno e Tommaso D’Aquino FRANCESCO D’ASSISI p014_0_00_01 Il movimento di Francesco D’Assisi sorse nel 1208 quando un gruppo di seguaci si unì a lui attratto dal suo esempio di vita. L’ordine fu chiamato dei “frati minori” per sottolineare la mancanza di potere e di ricchezza, approvato dalla chiesa nel 1223. I Francescani si distinsero per la volontà di imitare la vita di Cristo in particolare negli aspetti della poverta’ e della predicazione itinerante. I Francescani sono i primi missionari che riprendono la via del lontano Medio Oriente per la conversione degli infedeli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *